Sugar rush, come evitare il picco di zuccheri

Sai cosa è il sugar rush? Si tratta di uno stato improvviso di euforia e felicità causato dal repentino aumento di energia dopo avere mangiato troppi zuccheri in poco tempo. Ci si sente di colpo molto energetici, svegli ma anche accaldati e con il battito del cuore accelerato.

In pratica si sperimenta un hype, ovvero un picco di ebrezza come con l’alcol o con sostanze additive e pericolose.

Purtroppo, anche se questi sintomi non ti dicono nulla di grave, il sugar rush è un picco di zuccheri da evitare, perché rappresenta uno sbalzo glicemico pericoloso per la tua salute, che avviene ogni volta che mangi troppi dolci in un tempo breve senza nessun altro macronutriente, come le proteine, o fibra a compensare l’enorme carico glicemico del pasto.

dolcetti zucchero
dolcetti zucchero

La sensazione del sugar rush è improvvisa e lascia subito dopo altri sintomi poco piacevoli: estrema sonnolenza, capogiri, nausea, senso di fiacchezza.

Quali sono i suoi effetti

In genere, il sugar rush è uno stato euforico che avviene quando gli zuccheri liberi, come per esempio quelli dei dolci, vengono consumati in un tempo molto breve: per esempio ti fai una scorpacciata di biscotti o caramelle.

Nelle persone con dipendenza da dolci o con sindromi depressive, il sugar rush è una sensazione appagante quanto pericolosa non solo per la salute generale, dato che è conseguenza di un aumento veloce della glicemia, ma ha anche un effetto dopante, a causa del suo potere dopaminergico. Ovvero, accende il cervello agendo sui recettori della dopamina: per questo ci si sente molto bene ed euforici.

sugar rush uno

Subito dopo, però, nel tentativo di sperimentare la stessa sensazione, il corpo può entrare in dipendenza.

Il risultato è un aumento dei disturbi dell’umore e una riduzione progressiva del controllo sul proprio regime alimentare: non è più facile regolarsi se tendiamo ad abbuffarci di dolci. L’altro problema riguarda il picco glicemico, e l’innalzamento immediato da insulina: assolutamente da evitare.

Se una volta ogni tanto a tutti capita di avere sperimentato quell’ebrezza da eccesso di zuccheri, continuare per quella strada può portarci a ricercare sempre più alimenti ad alto indice glicemico nella speranza di stare bene o di combattere lo stress.
Pertanto è sempre meglio evitare questi picchi di zuccheri. Come?

Come evitare il sugar rush

Rinunciare del tutto ai dolci mi sembra decisamente un’opzione drastica. Non si può ovviamente vivere sempre nel sacrificio, chiudendosi in casa per evitare ogni tentazione. Esistono dei modi molto semplici per evitare il sugar rush.

Il primo, è bilanciando i dolci con le proteine e le fibre. Se vogliamo mangiare una fetta di torta ricca di zuccheri, possiamo per esempio lasciarcela alla fine di un pasto in cui per prima cosa mangiamo della carne alla piastra con insalata, del pesce o dei legumi.

Carne, pesce, legumi, verdure, albume: insomma, proteine magre e fibre che hanno uno scarso o nessun impatto sulla glicemia. A quel punto, il dolce viene compensato dal pasto a basso carico glicemico, e quindi il pasto complessivo (proteine + verdure e dolce finale) avrà un carico glicemico inferiore a quello che avrebbe mangiando solo il dolce. Da evitare invece i latticini.

Se invece siamo fuori casa, una barretta proteica senza zuccheri come questa o uno shake potrebbero essere l’altra soluzione.
Io raccomando le barrette Enervit, che hanno un ottimo rapporto qualità prezzo, ottimi valori nutrizionali, non danno i problemi digestivi di altre barrette e vanno bene anche per chi in genere non compra questi prodotti, perché sanno poco di chimico.
Su Amazon spesso sono scontate: questo il link di acquisto.

Per esempio, vogliamo fare colazione e siamo attirati dai bomboloni alla marmellata o dai croissant di un bar. O sappiamo di avere in programma di mangiare un gelato, una bowl dolce, degli snack. Premuniamoci portando una barretta proteica con noi e consumandola subito prima. Le proteine ridurranno in oltre l’assorbimento degli zuccheri.

Cosa fare dopo e durante il sugar rush

Altre due cose importantissime sono l’idratazione e la pulizia (della lingua e dei denti).

Il sugar rush causa disidratazione, esattamente come accade con l’alcol. Bere molta acqua durante il nostro pasto dolce è essenziale per ridurre l’impatto glicemico e i suoi effetti.

bere zucchero

Dopo, pulirsi bene lingua e denti, per esempio usando dentifricio e collutorio, ci permette di “isolare” quel comportamento cancellando il sapore dolce che rimarrebbe in bocca, facendoci venire il desiderio di mangiare altri dolci.

Infine, se nulla di questo è stato fatto e siamo nel sugar rush, iniziamo a sorseggiare dell’acqua a temperatura ambiente ed evitiamo la sedentarietà. Dopo il gelato o la colazione al bar troppo zuccherina, camminiamo per fare una passeggiata.

Vedi anche: come combattere la voglia di dolci e cosa fare se abbiamo una dipendenza da dolci.
Inoltre, qui troverai una dieta di due settimane per allontanare da te le voglie di dolci improvvise. 

Chiudi il menu