Inibitori della fame: le alternative naturali

Inibitori della fame: funzionano per ridurre l’appetito.

Sono in molti a non riuscire a seguire una dieta per il problema della fame, che rende facile sgarrare dal piano alimentare e difficile rimettersi in carreggiata e tornare a porzioni di cibo più ridotte. E sono in molti a ingrassare invece nel corso del tempo non perché seguano diete rigide ma perché durante la giornata tendono a fare qualche spuntino di troppo.

INIBIRE LA FAME

O ancora a mangiare eccessivamente la sera.

In questo articolo vedremo una lista di inibitori della fame di tipo naturale, ovvero provenienti da estratti di piante e frutta, raccolti dal nutrizionista Mark Adams, creatore del progetto Honest Food Guide.

Per ogni sostanza vedremo anche le proprietà e le indicazioni di uso, di modo da sapere cosa può aiutarci in base al nostro problema. Se per esempio abbiamo un debole per i dolci possiamo provare alcuni integratori, se la nostra è una fame mista altri. Stessa cosa se soffriamo di fame nervosa.

A pagina uno vediamo i rimedi fitoterapici.
Invece a pagina due i nutrienti (sali minerali e amminoacidi).

Nella maggior parte dei casi, questi prodotti non possono essere presi in gravidanza e in allattamento.
In ogni caso è meglio farsi consigliare dal medico prima del loro acquisto.

INIBITORI DELLA FAME: LE ALTERNATIVE NATURALI

Rimedi fitoterapici per ridurre la fame.

  1. Tè di centocchio.

    Tè dalla pianta Stellaria Media detta anche Erba di ceci. Il tè di centocchio ha l’effetto di ridurre progressivamente la fame, accelerare il metabolismo, aiutare la digestione e placare gli stati di ansia e stress. Per un’azione più forte, si può usarlo in estratto secco o sotto forma di tintura madre da sciogliere in acqua. Ideale per chi soffre di fame nervosa e ha problemi di gonfiore e digestione.

    Puoi acquistare qui il tè. Indigo Herbs Tè di Centocchio 50g
    E qui la tintura madre. Indigo Herbs Tintura di Centocchio 100ml

  2. Chà de bugre.

    Quasi introvabile in Italia, si tratta di un’erba molto nota in Brasile. Agisce come inibitore della fame e ha una forte azione drenante, combattendo la cellulite e il ristagno dei liquidi nei tessuti.
    Si trova come erba da cui preparare un infuso, da bere soprattutto al mattino, per una o due tazze. Puoi acquistarlo qui.

  3. Inulina.

    Si tratta di una fibra che agisce riducendo l’assorbimento dei carboidrati e favorendo il senso di sazietà. Generalmente ben tollerata, favorisce molto il senso di sazietà e riduce la glicemia. La perdita di peso da inulina è lenta ma efficace: in genere si sono riscontrate perdite di peso e riduzione della glicemia nei diabetici dopo un trattamento di almeno 8-9 settimane. Ha inoltre un’azione prebiotica, favorisce cioè il benessere dei batteri intestinali buoni.
    Va assunta in questo modo: sciogliere in un bicchiere abbondante di acqua da mezzo cucchiaino a un cucchiaino raso di polvere di inulina e berlo al mattino.
    Inulina di Agave da agricoltura biologica, Fibra alimentare prebiotica (Neutro, 1000 g)

  4. Olio essenziale di pompelmo.

    Ha un odore forte e agrumato, un profumo intenso e proprietà antibiotiche e antinfiammatorie, oltre che immunostimolanti. Ideale in chi ha fame durante il giorno per la sensazione di sentirsi debole, stanco o affaticato. L’odore infatti è un forte inibitore della fame.
    Contiene inoltre acido gamma linoleico, che agisce come soppressore dell’appetito.

    Come usarlo. Si usa sia in aromaterapia, semplicemente odorandolo ogni volta che si avverte lo stimolo della fame, ma può anche essere ingerito per vincere la fame “da stanchezza”, cioè la pulsione a mangiare per tirarsi su. In questo caso ne basta una goccia in mezzo bicchiere di liquido, da una a due volte al giorno.

    Il prodotto più indicato: ERBORISTERIA MAGENTINA – OLIO ESSENZIALE POMPELMO 10 ML.

  5. Gymnema Sylvestre.

    Pianta indicata per chi soffre soprattutto di fame di dolci, la Gymnema riduce la fame di carboidrati se presa un’ora e mezza prima dei pasti. Oltre che a livello intestinale, agisce proprio sui recettori del gusto, diminuendo progressivamente la voglia di alimenti zuccherati. Puoi acquistarla qui.
    Dr. Giorgini Integratore Alimentare, Monocomponenti Erbe Gymnema Estratto Titolato al 25% in Acido Gymnemico Pastiglie.

  6. Hawthorne Berries.

    Integratore ideale per chi soffre di pressione alta (dunque abbassa la pressione!) e ha problemi di fragilità capillare, questo prodotto a base di bacche ha anche un altro effetto. Agisce sulla digestione migliorando l’assorbimento di vitamine e sali minerali e riduce l’appetito stando alla medicina tradizionale cinese. Puoi acquistarlo qui.
    Swanson Hawthorn Berries 565mg, 250 Capsule.

  7. Spirulina.

    La spirulina ha tantissime proprietà, in particolare immunostimolanti. Il suo contenuto di fenilalanina la rende molto efficace per inibire l’appetito. In uno studio si è visto che prendere un integratore di spirulina tre volte al giorno nelle dosi di massimo 3 grammi per volta ha fatto perdere da uno a due chili al mese senza cambiare alimentazione.
    Compresse di Spirulina Biologica (300 Compresse x 500mg), MySuperFoods.

  8. Acido idrossicitrico.

    Sostanza contenuta nella Garcinia Gambogia, è indicata in chi ha fame di carboidrati, e soffre di glicemia alta. Ha infatti un forte effetto di inibizione della fame, soprattutto di dolci.
    Garcinia Cambogia 1000 mg – 60 Compresse.

(SEGUE A PAGINA DUE)

Chiudi il menu