Restart metabolico: la dieta di 31 giorni per tornare in forma

La dieta del Restart Metabolico è un percorso di 31 giorni per tornare in forma, modellando il proprio corpo e perdendo i chili di troppo, ma non solo. Secondo l’ideatore, il farmacista e fitoterapeuta Danilo De Mari, autore del libro “Restart Metabolico” (Longanesi), questa dieta riduce i disturbi gastrointestinali, il gonfiore addominale, l’infiammazione cronica risultato di una cattiva alimentazione. Inoltre migliora i livelli di energia, aiuta a ridurre lo stress e a dormire meglio.

Ma come? In 31 giorni si ripristina il corretto metabolismo, cancellando l’effetto di anni di alimentazione scorretta e permettendo al corpo di ripartire in salute.

Vediamo nel dettaglio in cosa consiste la dieta del Restart Metabolico.

DIETA DEL RESTART METABOLICO: UN NUOVO CORPO IN 31 GIORNI

La dieta si distingue per un percorso in fasi: tre giorni di disintossicazione, una seconda fase dal giorno 4 al giorno 10 e infine una terza  per riattivare il metabolismo in tre settimane.

I primi giorni servono a perdere subito gli iniziali chili di troppo.
Secondo De Mari, infatti, una dieta ricca di alimenti industriali, e in particolare di alimenti come zucchero, carni rosse, glutine, latticini e cibi lavorati, causa una infiammazione sistemica e cronica.
Il sovrappeso non viene mai da solo: essendo il risultato di un metabolismo compromesso, si accompagna a tanti piccoli disturbi che in genere ignoriamo nella loro fase iniziale, per poi correre ai ripari con i farmaci.
La situazione in questo modo non fa che peggiorare.

Lontani anni luce dalla vera dieta dell’uomo, mantenuta fino ai nostri nonni e fatta di stagionalità, fibre, alimenti naturali, la situazione non si risolve affidandoci a un regime sbagliato, perché povero di carboidrati sani e ricco di proteine.

Il dimagrimento che otteniamo con le diete lampo è solo iniziale, ma l’infiammazione metabolica peggiora anche a causa di uno squilibrio ormonale. Per questo, un percorso a tappe come quello del Restart Metabolico è essenziale per tornare alla nostra condizione di natura. Vediamo in dettaglio come.

REGOLE

Nel libro Restart Metabolico, il lettore viene istruito su quando e come pesarsi e quali misure prendere per capire il suo grado di infiammazione metabolica.
Successivamente al menu descritto si abbina la giusta attività fisica. E’ infatti illustrato un programma per rimodellare il corpo che è davvero semplice, intuitivo e alla portata di tutti,  e che si compone di una passeggiata metabolica, di un allenamento globale o total body e di uno stretching. Il tutto va fatto in determinate ore del nostro viaggio metabolico: la passeggiata per esempio andrebbe fatta al mattino, dopo il risveglio.
Poi c’è ovviamente il menu alimentare. Nella dieta non si contano le calorie, ma c’è un metodo molto facile per capire quanto mangiare per la propria corporatura.

PRIMA FASE DETOX
frullato tre giorni

La prima fase disintossicante di tre giorni è di dieta semiliquida, definita di reset intestinale.
Al risveglio si fa uno spuntino di miele bio e frutta secca, mentre pranzo, colazione e cena sono a base di un frullato metabolico di cui vengono fornite varie versioni.

La ricetta standard prevede di frullare da uno a tre frutti piccoli di stagione, un tocchetto di radice, un cucchiaio di frutta secca , un cucchiaio di semi e una manciata di erbe aromatiche.

Questa prima fase permette all’intestino di riposarsi e ridurre lo stato infiammatorio: così smaltiremo gonfiore e pesantezza.

SECONDA FASE DI DEPURAZIONE

Questa fase, che come abbiamo visto dura dal 4° al 9° giorno del nostro percorso, ci permette di smaltire le tossine, grazie al fatto che con i primi tre giorni abbiamo aiutato il fegato e gli altri organi emuntori.

  • Al mattino sveglia con acqua e un piccolo spuntino prima della passeggiata metabolica.
  • Colazione con proteine nobili (uova e avocado o salmone): la colazione sarà quindi essenzialmente salata in questa fase.
  • Pranzo e cena prevedono verdure crude con olio di oliva, un piatto di riso integrale o quinoa oppure del pesce o delle uova, mentre gli spuntini sono a base di frutta fresca e secca.uova avocado

TERZA FASE DI ATTIVAZIONE METABOLICA

L’ultima fase della dieta del Restart Metabolico dura tre settimane, con un’alimentazione più varia pensata per supportare il metabolismo e perdere ancora massa grassa. Qui sono presentate varie opzioni di colazione, anche dolce. Ci sono opzioni aggiuntive per gli spuntini. Il pranzo è completo con cereali integrali in abbinamento a legumi o seguito da un secondo proteico, ma a inizio pasto sia a pranzo che a cena si comincia sempre con un piatto di verdure crude o poco cotte.

Il libro è ricco di consigli, anche per il benessere della pelle, per i giusti integratori secondo un piccolo quiz, per le tisane che favoriscono il dimagrimento. L’approccio di De Mari è olistico, dunque si lavora in sinergia. Alimentazione ma anche idratazione, sonno, attività fisica. La ricetta insomma per regalarsi non solo un corpo più magro ma un sistema corpo funzionante al cento per cento.
Potete acquistarlo qui. Restart metabolico. 31 giorni per ritrovare la forma e tornare in salute

L’OPINIONE DI DCOMEDIETA

Sebbene la parte introduttiva è molto semplificata sul ruolo degli ormoni e sull’indice glicemico, e non sembra tenere in conto gli ultimi studi al riguardo (per esempio si parla ancora di zuccheri lenti e veloci), il linguaggio semplice e diretto permette comunque di farsi un’idea di come agire per riequilibrare il proprio metabolismo.

Personalmente, non ho gradito la demonizzazione di intere categorie di alimenti, le prove contro anche qui possono essere smentite alla base delle recenti scoperte, tuttavia alla fine dei conti quello che importa è che abbiate fissati i concetti chiave  per un’alimentazione sana e corretta all’interno di un nuovo sistema di abitudini che sicuramente potrebbe regalarvi un nuovo benessere e una nuova versione di voi. Dunque consiglio il libro.

Chiudi il menu