Dieta per il sistema immunitario del dr Sorrentino: come mangiare a casa

Si susseguono su Pomeriggio Cinque i consigli del dietologo, prof. Nicola Sorrentino, per affrontare il periodo che ci vede a casa durante l’emergenza del Coronavirus. Una dieta per il sistema immunitario che ci consente di mangiare a casa in modo nutriente ma anche con un occhio alla linea. E risparmiando anche qualche soldino.

DIETA PER IL SISTEMA IMMUNITARIO

L’alimentazione è sempre coadiuvante del sistema immunitario, ma non curativa di un virus.
No alle fake news sull’alimentazione per curare il Coronavirus: non esistono alimenti o integratori miracolosi.
La dieta mediterranea, spiega tuttavia il medico, è l’unica secondo la comunità scientifica a stimolare la proliferazione dei linfociti T, necessari a combattere gli agenti patogeni.

Ecco su quali alimenti puntare.

Cereali integrali: sono fondamentali per assumere anche fibre, vitamine e sali minerali.
Ridurre i carboidrati o mangiare quelli sbagliati significa portare a oscillazioni pericolose della glicemia che nuocciono anche al sistema immunitario. Quindi sì a pane integrale, riso e pasta integrale.

Per le proteine, puntare su quelli magri: legumi cotti e conditi con poco olio extravergine di oliva a crudo, in abbinamento ai cereali integrali per un primo piatto completo e bilanciato. Tre o quattro porzioni di pesce a settimana, preferibilmente a spina (orata, nasello, eccetera) anche, spiega il medico, surgelate.

E cinque porzioni al giorno tra frutta e verdura, che corrispondono a due contorni ampi di verdura al giorno, uno a pranzo e uno a cena, e un frutto grande più uno piccolo. Puntare su surgelati e prodotti in scatola (al naturale) se non abbiamo a disposizione molti vegetali freschi. Per i restanti passi possiamo fare a rotazione latticini scremati, uova e mangiare carne solo una volta a settimana, soprattutto se siamo in ristrettezze.
Una decina di mandorle sono un perfetto spuntino a metà mattina o pomeriggio, o in alternativa 15 pistacchi o 3 noci.

dieta sorrentino

Usare il trucco del pinzimonio. Creare una coppa di verdure crude, già mondate (pulite), da tenere a tavola sempre. In modo da evitare di andare spesso a cercare qualcosa in frigo o in dispensa. Possiamo anche usare dei cetriolini sottaceto come spezzafame.

Lo snack ipocalorico per chi ama i dolci. Versare dello yogurt scremato bianco impreziosito da stevia e cannella nei contenitori del ghiaccio e mettere in freezer. Otterremo dei mini ghiaccioli extra light da poter consumare se abbiamo fame di dolci.

Vedi anche: dieci alimenti che sono economici al supermercato ma ottimi per la dieta. 

COSA EVITARE A CASA ORA CHE SIAMO SEDENTARI

Colazione abbondante, pranzo medio, cena povera.
Questo consiglio è più che mai valido adesso che possiamo curare la dieta stando a casa.
Occhio però ai grassi. Limitiamoci a uno-due cucchiaini di olio a crudo a pranzo e a cena, privilegiando la colazione nelle quantità.

Per esempio fiocchi di avena o pane integrale tostato, latte parzialmente scremato o scremato anche a lunga conservazione o uno yogurt magro, un frutto o una spremuta o due cucchiaini di miele o marmellata. Da evitare spuntini notturni troppo calorici, merendine e biscotti, condimenti troppo pesanti che stando a casa favoriscono la tendenza a ingrassare.

Ora che siamo a casa, possiamo fare un dolce o un pane o una pizza con farina integrale.

DIETA PER IL SISTEMA IMMUNITARIO: MANGIARE A CASA IN MODO ECONOMICO MA NUTRIENTE

Come detto prima si possono mangiare legumi al posto di carne e pesce, creando dei primi piatti con pasta o riso e legumi. Possiamo arricchire il piatto con alloro per la cottura dei legumi, usare qualche pomodorino, spezie. Non facciamo soffritti e non usiamo l’olio in cottura. Meglio dosarlo per piatto: un cucchiaino a persona.

Vedi anche: zuppe di legumi per dimagrire. La ricetta versatile per preparare mille piatti diversi. 
Come cuocere al meglio cereali integrali e legumi se hai problemi intestinali.  
5 ricette di insalate di legumi, piatto unico e dimagrante. 

IL MENU DIETETICO DELLA DOMENICA? A BASE DI SURGELATI

I surgelati, spiega il dottor Sorrentino, sono nutrizionalmente validi come quelli freschi.
Ecco un menu dietetico ma economico della domenica a base di surgelati.

Pranzo da 800 calorie

Aperitivo con succo di pomodoro condito con pepe e succo di limone.
Primo piatto con fusilli (70 grammi a testa) al ragù vegetariano di peperoni e pomodoro.
Secondo con seppioline o polipetti (surgelati) saltati in padella con vino bianco, pisellini primavera e salsa di pomodoro, sale e pepe, da impreziosire con del peperoncino e del prezzemolo.
Dolce a base di frutti rossi (congelati), ripassati in un padellino e serviti con succo di limone e un cucchiaino di miele.
A cena la domenica limitiamoci a un piatto di verdure, un po’ di tonno al naturale o un uovo à la coque, un frutto.

Vedi anche le ricette di alta cucina dietetica firmare dal professore. 
Minestra di frutta dietetica. 
Falso filetto di vitellone ai pomodori secchi e melanzane. 
Spaghetti alle primizie dell’orto. 
Gelato yogurt e barbabietola (potete sostituire il frutto della passione con del kiwi o della banana)

Chiudi il menu