Wrap light per tortilla, ricetta piadina light

Le wrap sono simili a piadine ma si usano come base per tacos, burrito, tortillas ripiene.
Si riscaldano pochi minuti in padella e si guarniscono con formaggio, prosciutto, verdure.
Oppure si riempiono e si passano in forno o al microonde.

In generale, esattamente come le piadine, non sono poco caloriche: una wrap media contiene dalle 150 alle 250 calorie a seconda del diametro. Oggi in commercio ne esistono di veramente light o di proteiche, molto utili per chi è a dieta.

burrito light

Un esempio che non esiste in Italia è la marca MrTortilla, un’azienda americana che produce tortillas, quindi wrap, che vanno da un minimo di sole 15 calorie per quelle piccole a 60 calorie per le più grandi. In commercio, nei negozi che vendono fit food, quindi alimenti per chi è a dieta o per gli atleti, esistono anche le wrap proteiche, che in genere hanno dimensioni medie e calorie al pezzo sulle 130 circa.
Il problema è il costo: una confezione può costarvi da 7 a 10 euro, e ne contiene da 4 a 6.

Troppo se si considera che al supermercato piadine o wrap per realizzare tortillas ripiene e burrito possono costare al massimo due o tre euro. La soluzione? Prepararsele a casa.

Vi do due ricette per riuscirci. Il risultato è naturalmente proteico, leggero, adatto per chi è a dieta, e otterrete delle wrap sia per condimenti salati che dolci.

Wrap light per tortilla, ricetta piadina light

Per 4 Wrap del diametro di 15-18 cm.

Prima ricetta

250 grammi di albume o due uova medie, 50 grammi del mio mix di farina light mischiata a un pizzico di sale, un bicchiere colmo di acqua tiepida.

Seconda ricetta

250 grammi di albume o due uova medie, 50 grammi di fibra di avena, fibra di patata o frumento, mischiata a un pizzico di sale, un bicchiere e mezzo di acqua tiepida, un cucchiaino di inulina a catena lunga o di polvere di glucomannano.
Avrete poi bisogno di una padella per crepes antiaderente, dell’olio o del burro per ungerla con della carta assorbente o in formato spray, di modo da fare una sola spruzzata.

Procedimento.

Sbattere gli albumi o le uova, unire l’acqua, incorporarli al mix di farine o di fibra poco per volta: l’impasto deve venire simile a quello delle crepes, quindi non liquido ma neanche troppo denso. In caso aggiungete un altro poco di acqua.
Se usate la fibra come nella seconda ricetta, con un frullatore a immersione versate un cucchiaino raso di inulina o polvere di glucomannano in mezzo bicchiere di acqua: dopo un minuto otterrete un gel viscoso. Unitelo alle uova sbattute e all’altra acqua prima di incorporare la fibra.

Scaldate la padella, versate un quarto del composto e livellate con l’aiuto di una spatola o un cucchiaio bagnato di acqua.
Fiamma bassa o moderata.
Attendete finché i bordi della wrap non si staccano da soli prima di girarla dall’altra parte per uno o due minuti.
Mettetela su un piatto, ripetete l’operazione ungendo di nuovo la padella. Coprite il piatto con pellicola trasparente o alluminio. Fate raffreddare una decina di minuti prima del loro utilizzo.

wrap light 4

Calorie per wrap, dalle 65 (seconda ricetta) alle 70 (prima ricetta).
Sia che usiate gli albumi che due uova medie le calorie sono grossomodo le stesse. Valutate voi.

*L’articolo contiene link di affiliazione

Chiudi il menu