Il passaggio da prediabete a diabete si può evitare

Basterebbe perdere pochi chili per evitare il passaggio da prediabete a diabete è possibile, e per un gruppo di scienziati basta anche poco. Ovvero perdere circa 3 kg.
L’importante, però, è che questi chili non si riprendano.

Dunque no a diete drastiche per dimagrire tanto in poco tempo se non ci facciamo seguire da un serio professionista e non usiamo poi una strategia di mantenimento adeguata.
Il problema è che molte persone tendono a credere al miraggio di integratori e diete veloci anche quando hanno una condizione già borderline di glicemia, che le predispone al rischio di sviluppare in futuro il diabete di tipo 2.

Questo rischio infatti aumenta con il celebre effetto yo-yo, dunque cambiare stile di vita è essenziale per non peggiorare la situazione.

Al contrario, pensare di fare una dieta veloce per poi tornare a mangiare come prima non è assolutamente la giusta strategia. E non c’è neanche bisogno di perdere tantissimo peso.
Una nuova ricerca spiega che il passaggio da prediabete a diabete si può evitare già perdendo pochi chili ma in modo stabile.

IL PASSAGGIO DA PREDIABETE A DIABETE NON E’ UNA CONDANNA

Un gruppo di ricercatori ha ottenuto questi risultati su un campione di mille pazienti affetti da prediabete, controllati nel corso di otto anni.

I ricercatori britannici delle Università di East Anglia, Norfolk e Norwich, hanno notato che le persone che perdevano tre chili in due anni, mantenendo i risultati nei successivi, e che facevano attività fisica, riuscivano a dimezzare il rischio di diventare diabetiche.

Un rischio che si riduce ancora di più con i giusti accorgimenti a tavola e combinazioni alimentari corrette che permettano di controllare il carico glicemico dei pasti.

Lo studio è randomizzato e controllato, dunque il  migliore per ottenere dati scientifici affidabili.
Lo stile di vita di mille persone con prediabete è stato infatti analizzato rispetto a un campione nella stessa condizione.

Le mille che hanno perso  3 kg e hanno aggiunto l’attività fisica alla loro routine sono riuscite a non passare al diabete di tipo 2 nel 47 % dei casi.

Dunque il prediabete non è una condanna a sviluppare il diabete se uno cambia il proprio stile di vita.

Per sapere come perdere in sicurezza quei pochi chili e cambiare il proprio stile di vita, innanzitutto occorre scegliere la giusta alimentazione con il proprio medico.

E poi imparare a gestire la glicemia facendo attività fisica, ma anche controllando l’alimentazione con queste semplici strategie.

  1. Controllo del carico glicemico per dimagrire.
  2. Integrazione tutta naturale per gestire la glicemia.
  3. Trucchi per cambiare l’alimentazione con pasti bilanciati. 
Chiudi il menu