Gli effetti dimagranti del glucomannano

Il glucomannano è una fibra alimentare che deriva dalla pianta di Konjac ed è anche chiamato gomma di Konjac. Si tratta della fibra alla base dei noti spaghetti shirataki: tutti sanno che le calorie di questa pasta speciale e gelatinosa sono irrisorie, circa 10 ogni cento grammi. Pochi tuttavia conoscono gli effetti dimagranti del glucomannano, e come questa fibra speciale può aiutarci a perdere peso.

In questo articolo vi spiego come usarla in alternativa al consumo degli shirataki, le sue proprietà e le controindicazioni.

EFFETTI DIMAGRANTI DEL GLUCOMANNANO

Gli effetti dimagranti del glucomannano derivano da due proprietà importanti di questa fibra alimentare, che sono oggetto di numerosi studi scientifici. La prima proprietà riguarda il suo grado di assorbenza: la polvere della radice a contatto con acqua la assorbe per una quantità pari o superiore a 50 volte il suo peso.

1. RIDUZIONE DELLA FAME

Una volta ingerita, essa forma un gel che favorisce lo svuotamento intestinale. Inoltre, questo grado di assorbenza spiega perché a contatto con i liquidi aumenti di volume, riducendo il senso di fame attraverso il suo potere saziante.

COME USARLA

Se per esempio frulliamo mezzo cucchiaino raso di polvere di glucomannano con 250 ml di acqua, latte vegetale, latte vaccino o brodo, otterremo una specie di crema gelatinosa che se ingerita o mangiata al cucchiaio elimina il nostro senso di fame.

crema-di-konjac

Al mattino possiamo usare questo stratagemma, frullare la polvere con latte di avena o soia o mandorla e mangiare al cucchiaio la crema ottenuta, magari personalizzandola con della stevia e delle spezie.
Con le sole calorie del liquido che avremo usato, questo gel ottenuto eliminerà la nostra fame.

E’ importante usare un frullatore per evitare grumi, e ricordarsi che la polvere va sempre miscelata a liquidi freddi, e poi semmai riscaldata. Per esempio possiamo prepararci una specie di cioccolata calda, frullando a freddo mezzo cucchiaino di polvere, una tazza di latte, un cucchiaino colmo di cacao, dolcificante o zucchero di canna.
Versiamo la crema ottenuta in un pentolino e in pochi minuti otterremo una cioccolata calda dimagrante. Oppure un bicchiere di acqua e della frutta a pezzi, come mezza pera, mezza mela o banana, un kiwi.
Otterremo una purea di frutta super-saziante.

Se utilizziamo questo trucco mezzora prima di pranzo e cena, avremo molta meno fame e sarà difficile mangiare.
Questa prima proprietà rende l’uso del glucomannano utile a chi vuole ridurre le porzioni del cibo per perdere peso, ma ama mangiare in quantità e ha difficoltà a saziarsi. Certo, la consistenza gelatinosa della crema non è molto allettante, ma funziona più che prenderlo in pasticche.
L’importante è non superare mai la dose giornaliera di 4 grammi di polvere, circa un cucchiaino raso.

Potete acquistare la polvere qui.
GLUCOMANNANO (Farina di Konjac) puro 100% in polvere – Contribuisce ad aumentare il senso di sazietà
Ne basta pochissima per cui una confezione vi durerà molto.

PRODOTTI AL GLUCOMANNANO

Altra alternativa è usare il glucomannano mangiando gli spaghetti shirataki o altri formati di pasta, o comprando altri prodotti che contengono questa farina: oggi in commercio esiste pane al glucomannano, pancake  e perfino cioccolato al glucomannano. Oltre agli spaghetti esistono altri formati di pasta, come riso e lasagne.
(Questo non vuol dire rinunciare alla pasta tradizionale, assolutamente, ma magari usare anche questa alternativa se stiamo cercando di perdere peso).

konjac polvere

GLUCOMANNANO IN CUCINA

Infine possiamo aggiungere la polvere di glucomannano alla comune farina per realizzare dolci e panificati, in questo caso va aggiunto un cucchiaino di polvere da mischiare alla farina, più o meno il 5% del suo peso. Questo renderà i nostri dolci e pani più soffici, ma anche più sani. E questo ci porta alla seconda proprietà del glucomannano.

2. RIDUZIONE DELL’ASSORBIMENTO DI ZUCCHERI E GRASSI

Essendo una fibra, il glucomannano riduce sia l’assorbimento degli zuccheri e dei grassi. Questo lo rende quindi un valido alleato anche in cucina: se amiamo fare dolci, pizza e pane in casa, possiamo aggiungerlo nelle modalità descritte sopra e ottenere una versione più dietetica e a minore impatto glicemico degli stessi piatti. Ma le proprietà dimagranti della farina di glucomannano non finiscono qui. Anzi, la proprietà più importante di questa fibra è il beneficio che apporta al nostro intestino.

3. ATTIVITA’ PREBIOTICA E IMMUNOSTIMOLANTE

La fibra del glucomannano è stata al centro di numerosi studi per la sua proprietà prebiotica. E’ dimostrato che aumenta in poco tempo il numero di batteri buoni nell’intestino e al tempo stesso fa diminuire quelli cattivi. I batteri buoni stimolano il sistema immunitario e il metabolismo: chi è più magro e sano ne ha di più. Dunque come vedete, il glucomannano ha proprietà nutraceutiche interessanti e non si riduce solo al fatto di avere poche calorie.

Avvertenze. Ci sono tuttavia cose importanti da sapere.

La prima è andarci piano, iniziando a consumarne massimo due grammi al giorno: essendo una fibra può non essere tollerata bene da tutti, per cui è bene iniziare con un dosaggio minimo, permettendo all’intestino di abituarsi. Altrimenti può causare gonfiore e crampi. Altra cosa da sapere è che se usiamo questa fibra per aumentare la regolarità intestinale, sarà bene ricordarsi di assumere più liquidi, o avremo l’effetto opposto. Ovvero la stitichezza.
Ultimo ma non meno importante: le fibre riducono l’assorbimento delle calorie e abbiamo visto che il glucomannano porta già a mangiare di meno. Questo però significa che riduce anche l’assorbimento di vitamine e sali minerali. Quindi è sempre meglio non strafare.

Chiudi il menu