Burro di arachidi light fatto in casa: 3 ricette!

Vuoi realizzare un dolce con il burro di arachidi, oppure vuoi avere del burro di arachidi pronto da spalmare sul pane.
Ma con poche calorie e pochi grassi. Ebbene, questo è possibilissimo.

Ti svelerò tre ricette che ti permetteranno di avere un burro di arachidi extra light e delizioso senza spendere una fortuna. Il burro di arachidi light infatti in commercio non si trova. Quello che si trova sono dei rimpiazzi, che a gusto non ricordano il burro di arachidi. Li ho provati tutti, anche gli spalmabili proteici.

Negli ultimi anni, la possibilità di comprare una polvere di arachidi degrassata ha fatto sì che molti amanti del burro di arachidi se lo facessero a partire da questa polvere: se non sai di che parlo non preoccuparti, capirai tutto in un istante. Se intanto vuoi capirne di più sulle farine degrassate o disoleate, ecco un mio articolo. Il problema della polvere di arachidi che alcuni usano è che miscelandola in acqua quello che ottenete è una salsina e non il classico burro di arachidi. Per quanto uno possa aggiungere meno acqua, il risultato non è lo stesso.

In questo articolo avrai tre varianti per realizzare a casa un burro di arachidi light che si può conservare in frigo da uno a tre giorni. Quindi ti consiglio di salvare le ricetta e farle quando hai voglia di burro di arachidi.

via GIPHY

La ricetta base è sempre a base di polvere di arachidi degrassata, la cosa più costosa. Tuttavia è una ricetta anti-spreco, perché una volta comprata la polvere degrassata di arachidi questa ti servirà per preparare almeno 20 preparazioni di burri di arachidi. Ogni porzione di burro è di 300/400 grammi.  Dunque la polvere ti durerà mesi, perché la sfrutterai al massimo.

Dove comprare la polvere degrassata di arachidi?

Le marche in commercio in Italia che consiglio sono due.
La prima e più famosa è la BP2, che ha circa 460 calorie ogni 100 grammi, ed è parzialmente disoleata.
Le calorie risparmiate rispetto alle arachidi polverizzate sono 140. Dunque NON è vero che contiene il 90% di grassi in meno rispetto alle arachidi normali, ma è comunque un prodotto valido al nostro scopo.

Costa 15 euro a confezione, su Amazon si trova sempre e ti consiglio la confezione doppia, qui, perché non paghi le spese di spedizione.
Sul mercato ne esiste una analoga, ma non si trova quasi mai disponibile, quindi nisba. Calorie molto simili.

L’altro prodotto, e questo è senza dubbio più conveniente, è la farina di arachidi parzialmente disoleata della Koro: il pacco è da un chilo, le calorie scendono a 387, il costo è di 12 euro, escluse però le spese di spedizione. Qui. 
Con Koro hai 100 grammi in più di prodotto rispetto al bipacco. Unico neo, la confezione da chilo è poco pratica.
In ogni caso, una volta aperta la confezione di farina di arachidi, questa va chiusa bene e conservata in FRIGO.
Infatti parliamo di farine parzialmente disoleate, quindi tendono a irrancidirsi, questo per via degli Omega6.
Va bene. Quindi adesso sai come e dove comprare la farina degrassata di arachidi.
burro di arachidi

E quindi vuoi sapere come ottenere un burro light.

Come fare in casa il burro di arachidi light

Ebbene, le ricette sono addirittura tre. Per ogni ricetta ti verrà anche detto quanto si può conservare.
In ogni ricetta sono presenti 10 grammi di olio di cocco: ti consiglio di non sottovalutare questo punto.
Puoi usare l’olio Mct o l’olio di cocco deodorato. Non deve avere insomma l’odore del cocco.
Io punterei sull’olio Mct in forma liquida, perché adesso si trova a prezzi convenienti. Lo trovi qui. 
Usalo sempre a freddo per altre preparazioni, mi raccomando.
Se però devi usare il burro di arachidi per prodotti in cottura, allora meglio il cocco deodorato, qui il link.

Perché proprio l’olio di cocco o Mct?
Perché è altamente saturo, anche se i grassi saturi sono a media catena quindi non nuocciono alla salute come quelli a lunga catena. Il fatto di essere saturo tuttavia “stabilizza” la nostra crema di arachidi.
So a cosa pensi: “sì, però mi stai chiedendo di fare una spesa di 30-40 euro in tutto”.
Okay, ma davvero è roba che ti durerà un casino di tempo, mesi se rispetti la conservazione. E risparmierai tanto sui burri di arachidi comprati, che a meno di 3-5 euro a barattolo non trovi. Invece con questi due ingredienti puoi realizzare quanto burro di arachidi vuoi senza spreco, perché il resto degli ingredienti è roba da supermercato.

Ora che sai tutto, veniamo FINALMENTE alle ricette.

Burro di arachidi light fatto in casa: tre ricette

Sono tutte ricette vegane.

Prima ricetta burro di arachidi light. Si conserva in frigo 3 giorni.

100 grammi di ceci lessi, spellati.
250 ml di latte di soia, riso o di avena
(no altro tipo di latte vegetale. Ok invece scremato UHT se non sei vegano)
10 grammi di olio di cocco deodorato o olio Mtc liquido.
25 grammi di farina di arachidi degrassata
un cucchiaino di zucchero di canna (non saltarlo)
un pizzico di sale marino.

Totale burro finito, peso: 350 grammi circa.
Calorie per 100 grammi di prodotto finito: 132burro di arachidi preparazione

La preparazione è davvero stupida.

Devi frullare tutti gli ingredienti in un mixer, a parte il latte che devi aggiungere a filo poco per volta. Questo perché magari lo vuoi più consistente e quindi vuoi mettere meno latte, ma considera che tenderà a rapprendersi ulteriormente in frigo.
Se quindi il tuo desiderio è spalmare abbondantemente del burro di arachidi sul pane al mattino, aggiungendo un po’ di marmellata, ora hai il tuo eden. Ci fai tre colazioni, in pratica, e ti avanza pure per qualche spuntino.

Seconda ricetta. Si conserva in frigo 2-3 giorni.

Questa ricetta si conserva meno, quindi utilizzala se per esempio vuoi fare una cheesecake al burro di arachidi o altro dolce da condividere.
Il vantaggio è che ne ottieni di più. Inoltre così avrai un effetto granuloso.

200 grammi di purea di patate dolci
30 grammi di farina di arachidi degrassata
200 ml di acqua (o latte vegetale, vedi sopra)
un pizzico di sale marino
10 grammi di olio di cocco.

Pesa la purea, dopo avere lessato una patata dolce. Schiaccia la purea con una forchetta molto bene, se la vedi grumosa usa un colino a maglie larghe o uno scolapasta in cui ripassarla o uno schiaccia patate. Frullarla rischia di renderla collosa.
Aggiungi la farina di arachidi e l’olio, il sale, e poi di nuovo a filo l’acqua o il latte.
Non hai bisogno di aggiungere zucchero e le calorie sono 102 per 100 grammi.

Io la considero il top per una cheesecake, unendo del tofu seta o del quark magro.

via GIPHY

Se però non trovi le patate dolci, vai alla terza ricetta.

Terza e ultima ricetta burro di arachidi light. Si conserva in frigo 3-4 giorni. Ideale se cerchi un effetto più smoothie

250 grammi di purea di zucca ben scolata
100 grammi di banana poco matura (praticamente verdina o chiara)
un pizzico di sale
50 ml di latte vegetale (vedi sopra)
30 grammi di farina di arachidi in polvere
10 grammi di olio di cocco.
Frulla tutto, da ultimo il latte, forse te ne servirà di meno, dipende da quanto vuoi pastoso il tuo burro.
Ricetta facile come la prima.
Calorie: 95 per 100 grammi.
Via con lo spalmo selvaggio con questa!

pane arachidi

Vista la facilità con cui si trovano gli ingredienti vegetali, puoi provare un po’ tutte le ricette. Quella che ha meno farina di arachidi è la prima perché i ceci danno già un retrogusto “nutty”, quindi ce ne vuole di meno. Fammi sapere con quale delle ricette ti sei trovato o trovata meglio!

Chiudi il menu