6 colazioni sane per dimagrire in autunno e inverno

Lo sapevate? Quello che mangiamo al mattino influenza i nostri processi metabolici nelle successive 24 ore. Se mangiamo carboidrati, la glicemia sarà più regolare durante il giorno, ed ecco che fare la giusta colazione si rivela la strategia migliore per stare in forma o dimagrire in modo intelligente. Ecco allora le mie idee per delle colazioni sane per dimagrire.

COME IMPOSTARE DELLE COLAZIONI SANE PER DIMAGRIRE IN AUTUNNO E INVERNO

Abbiamo visto che la prima caratteristica è che la colazione contenga carboidrati per migliorare la risposta glicemica durante tutto il giorno.
Non solo: qui vedremo delle colazioni sane per dimagrire in quanto funzionali a stimolare la digestione per produrre più energia e aumentare la temperatura corporea.
Una colazione giusta per perdere peso o stare nel proprio peso in inverno deve innanzitutto essere gustata calda o tiepida, perché questo favorisce i processi digestivi e permette di convertire maggiori calorie nel mantenimento della temperatura corporea.
Altro fattore che deve differenziarsi tra estate e inverno è la presenza di alimenti che contengono sirtuine, perché stimolano il metabolismo nei periodi freddi. E infine cibi che contengono vitamina A, i quali favoriscono la termogenesi attivando il grasso bruno.

Riassumeremo tutti questi concetti in 6 colazioni sane per dimagrire nei mesi freddi.

Le calorie di ciascuna colazione sono meno di 300 e vi permettono di arrivare fino al pranzo, magari spezzando con un piccolo spuntino a metà mattina, come un cappuccino dolcificato con stevia o 8 mandorle.
Mi raccomando, non modificate o sostituite gli ingredienti.

6 colazioni per dimagrire in autunno e inverno

Tra le colazioni per dimagrire, le prime due sono dei porridge. Il porridge è una pappa di avena che permette di assumere fibre solubili e migliorare la digestione.

Porridge di avena al cacao

La prima versione è il porridge al cacao, che vi consiglio di fare la sera prima: mettete in un pentolino 200 ml di latte intero, anche delattosato, 10 grammi di cacao amaro, sciogliendolo prima in poco latte, e 35 grammi di fiocchi di avena, più un pizzico di sale. Mescolando in continuazione, portate a bollore, fino a a ottenere una crema non troppo densa, che deriverà dallo sfaldamento dei fiocchi.

Aggiungete dopo avere spento: un cucchiaino colmo di miele e 20 grammi di cioccolato al latte a pezzetti.  Fate in modo che il cioccolato si sciolga nel composto. Coprite con un coperchio, fate riposare a temperatura ambiente per una notte.
Al mattino, vi accorgerete che la crema si sarà addensata. Scaldatela rapidamente per un minuto mescolandola a fuoco medio. Servitela calda in una coppa, spolverizzando se volete con della cannella.
La colazione ha 270 calorie con caffè o tè con stevia.

Porridge di crusca di grano per il benessere intestinale e contro la glicemia alta

Nella versione al tè verde, prepariamo prima il tè e utilizziamo la crusca di grano tenero in fiocchi al posto dell’avena: mettiamo una tazza di acqua in un pentolino, portiamola a bollore e poi mettiamo il tè in infusione (una bustina di tè verde). Tolta la bustina, versiamo nel tè 30 grammi di crusca, 100 grammi di mela frullata o pera frullata. Portiamo a bollore mescolando sempre.

Copriamo la crema con un coperchio, il mattino dopo riscaldiamola per qualche minuto, spegniamo, aggiungiamo un cucchiaio di miele e a freddo cento grammi di yogurt greco bianco intero, quark intero o yogurt di soia intero.
Gustiamola con una spolverata di cannella. Sembra complicato, ma vi impiega 15 minuti la sera e due al mattino.
Questa versione apporta 280 calorie.

Creme bruléé leggera e proteica con pavesini

La creme brulèè leggera si prepara in anticipo, si mette in frigo con un cucchiaino di zucchero di canna, coperta da pellicola. E a colazione la si scalda in forno o al microonde, servandola con un pacco di pavesivi o 4 biscotti Magretti di Galbusera.
Per 4 porzioni, in un pentolino di acciaio lavoriamo 3 tuorli di uovo medio con 15 grammi di zucchero di canna. A parte, mescoliamo 30 grammi di amido di mais con 30 grammi di collagene aromatizzato alla vaniglia e poco per volta uniamo 500 ml di latte parzialmente scremato.
Versiamo questo composto di latte alla crema di tuorli, portiamo il composto fino al punto di bollore mescolando sempre. Ora dividiamo la crema in 4 cocotte, sopra ogni cocotte mettiamo un cucchiaino di zucchero di canna. Copriamo con pellicola, facciamo raffreddare, mettiamo in frigo.
Al mattino tiriamo fuori una delle cocotte e passiamola in forno caldo a 200° per 8 minuti, poi in modalità grill per due minuti. Gustiamola accompagnandola con i biscotti. Questa delizia ha tutto, compreso il collagene, ed è perfettamente bilanciata nonostante i biscotti. Le calorie compresi i biscotti sono 283.

Zuppa di mele cotte con crema di ricotta

Anche questa zuppa di mele cotte si può fare in anticipo, in dosi maggiori che possiamo conservare in frigo, dove si mantiene per 3 giorni. Vediamola per una porzione. Prendete una mela da 250 grammi rossa o gialla, tagliatela a pezzi, mettetela in un pentolino con un pizzico di sale, uno di cannella, uno di chiodi di garofano in polvere. Cuocete a fuoco basso finché la mela non si sarà sfaldata. Aggiungete 5 grammi di burro o ghee e spegnete. In una ciotola, lavorate a freddo 100 grammi di ricotta mista o di pecora con un cucchiaino di zucchero semolato, un cucchiaio di yogurt magro bianco e un cucchiaino di germe di grano o avena o semi di chia. Coprite con pellicola e conservate in frigo.

Al mattino, tirate fuori la crema di ricotta dal frigo e scaldate le mele fino a farle sobbollire. Versatele in una ciotola da portata, spalmate la crema di ricotta sopra le mele e se volete una spolverata di matcha in polvere o cannella. La ricotta costa molto poco, c’è anche a meno di un euro per 250 grammi, un vasetto da 125 grammi di yogurt magro vi costa 30 centesimi. Esistono le versioni delattosate. Quindi è una colazione ricca di gusto ma economica che farà un gran bene al vostro intestino.
Calorie a porzione: 285

Saccottino tostato con nutella vegana

Per la nutella vegana seguite questa ricetta. Prendete due fette di pan bauletto integrale, mettete al centro un cucchiaio di nutella vegana (sarà solida perché è bene conservarla in frigo) chiudete bene le estremità come a fare un saccottino e tostatelo uno o due minuti. La nutella vegana si scioglierà. Da mangiare con un caffellatte con mezzo bicchiere di bevanda di mandorla senza zuccheri aggiunti tipo Alpro (100 ml), a cui aggiungeremo una tazzina di caffè e poca stevia.
Calorie: 265

Finta colazione all’inglese

E veniamo a una colazione salata, ideale in inverno e quando ci va di farci una colazione diversa dal solito.
Questa colazione a differenza delle altre si fa al momento. In una ciotola versate 100 grammi di albumi pastorizzati, un uovo intero, un pizzico di sale, un pizzico di curcuma in polvere e uno di pepe + una tazzina di latte intero.

Mischiate il tutto, versatelo in una padella antiaderente. Cuocete le uova fino a farle rapprendere appena, spegnete, aggiungete 50 grammi di formaggio spalmabile, mischiate velocemente e servitele calde sopra una fetta di pan bauletto integrale o appena tostata.
Calorie 280.

Potete accompagnare questa colazione con del caffè caldo o del tè caldo, dolcificato con due cucchiaini di zucchero di canna, per bilanciare l’apporto proteico.

Chiudi il menu