Diete fai-da-te: perché potrebbero non funzionare e i rischi per la salute

Se sei alla ricerca di una dieta per dimagrire, probabilmente avrai notato l’enorme quantità di diete fai-da-te presenti sul web.
Questi piani alimentari promettono spesso di farti perdere peso rapidamente e facilmente, ma sono davvero efficaci?

In questo articolo, grazie al dr. Roberto Uliano, nutrizionista a Napoli, esploreremo i motivi per cui tali diete potrebbero non funzionare e cosa si rischia nel seguirle.

Cosa sono le diete fai-da-te?

Sono diete create da persone senza formazione medica o nutrizionistica enon supportate da alcuna prova scientifica. Si tratta infatti di regimi improvvisati, da qui l’espressione fai-da-te, poi diffusi in rete con false promesse di efficacia, sovente a fine di lucro.

… E come riconoscerle?

  • Queste diete spesso promettono risultati rapidi e facili, ma non tengono conto delle esigenze individuali dell’organismo.

    Inoltre, vengono diffuse senza considerare il fatto che ogni individuo ha un metabolismo unico e un livello di attività fisica diverso.

    Motivo per cui, quello che chi ha inventato il regime dice che funziona, può avere funzionato su di lui o lei in modo fortuito, ma senza che alla base esistano conoscenze mediche adeguate del corpo umano e delle varietà intersoggettive, tali da poter consigliare o addirittura vendere lo stesso percorso.

  • Un’altra caratteristica comune delle diete fai-da-te è la restrizione di gruppi alimentari interi, come i carboidrati, i grassi o le proteine.

    Questo tipo di restrizione alimentare può portare a carenze nutrizionali e può causare problemi di salute a breve e lungo termine. Per esempio debolezza, palpitazioni, cali glicemici, scompensi elettrolitici. Inoltre, queste diete possono essere difficili da seguire e causare una sensazione di deprivazione, che può portare ad attacchi di fame incontrollabili.

  • Una delle cose più importanti è che le diete fai-da-te spesso non tengono conto della storia medica di una persona. 

    Questo può portare a gravi problemi di salute in chi le imita. Ad esempio, chi ha il diabete potrebbe dover seguire una dieta con una quantità specifica di carboidrati, mentre una dieta fai-da-te potrebbe non essere adatta alla sua condizione, con il rischio di un peggioramento.

  • Come se non bastasse, spesso non tengono conto della necessità di mantenere un regime equilibrato e sano.

    Il nostro corpo ha bisogno di una varietà di nutrienti per funzionare correttamente, ovvero carboidrati, proteine, grassi, vitamine e minerali.
    corpo esigenze

    L’esclusione di un gruppo alimentare intero potrebbe causare carenze nutrizionali e portare a problemi di salute a lungo termine.

  • Un altro problema comune è la mancanza del controllo delle porzioni.

    Invece di concentrarsi sul tipo di cibo che si mangia, queste diete si concentrano spesso solo sulla quantità di cibo che si assume. Questo approccio può portare a episodi di abbuffate come effetto compensativo, in cui si mangia una grande quantità di cibo in un breve periodo di tempo, avvertendo la sensazione di non potersi controllare.

I rischi per la salute delle diete fai-da-te

Le diete fai-da-te non solo possono non funzionare, ma possono anche essere diseducative e danneggiare chi le segue. Di seguito sono riportati alcuni degli effetti collaterali più frequenti.

  • Carenze nutrizionali.

    Le diete fai-da-te spesso implicano l’eliminazione di interi gruppi alimentari o la limitazione di cibi specifici. Questo può portare a carenze nutrizionali, in particolare di vitamine e minerali essenziali per il corpo. Le carenze possono causare una serie di problemi di salute, tra cui la riduzione della funzione immunitaria, la stanchezza e l’irritabilità.

  • Effetto yo-yo.

    Molte persone che seguono diete fai-da-te sperimentano l’effetto yo-yo, in cui il peso viene perso rapidamente ma poi recuperato poco dopo. Questo può essere estremamente dannoso poiché può portare a problemi di salute cronici come l’obesità e il diabete di tipo 2, incrementando il grasso viscerale in modo progressivo.

  • Disturbi alimentari.

    Le diete fai-da-te possono aumentare il rischio di sviluppare disturbi alimentari come l’anoressia o la bulimia (DCA), fungendo da trigger.

    copertina-articolo

    I DCA possono avere conseguenze gravissime, tra cui la malnutrizione, l’osteoporosi e l’insorgenza di altri problemi di salute mentale come attacchi di ansia e instabilità emotiva.

  • Problemi digestivi.

    I regimi improvvisati possono portare a problemi digestivi come la diarrea, la costipazione e la nausea. Questi problemi possono essere causati dalla mancanza di fibra nella dieta o dalla eccessiva restrizione calorica.

  • Disordini metabolici.

    Alcune di queste diete possono causare disordini metabolici, come la chetosi, in cui il corpo brucia grassi invece di carboidrati per produrre energia. Questo può portare a sintomi come la stanchezza, la nausea e la confusione mentale.

In conclusione, le diete fai-da-te possono rappresentare seri rischi per la salute. Prima di intraprendere qualsiasi dieta per dimagrire o restrittiva, è importante consultare un professionista per valutare i rischi e i benefici. Una dieta equilibrata e sana, supportata da un professionista della salute qualificato, è la scelta migliore per raggiungere degli obiettivi mantenendo il proprio benessere psico-fisico.

Chiudi il menu