Studio rivela la giusta dieta per proteggersi dal Covid

Ebbene sì, l’alimentazione e in particolare alcune sostanze antinfiammatorie e antiossidanti potrebbero avere un ruolo importante per prevenire il Covid. O quantomeno i suoi esiti più nefasti se ci si ritrova infetti. Con l’emergenza ancora al di là dal risolversi, a settembre di quest’anno è uscito un interessante studio che rivela la dieta per proteggersi dal Covid.
E anche il ruolo dell’integrazione naturale. Vediamolo insieme.

STUDIO RIVELA LA DIETA PER PROTEGGERSI DAL COVID

Come abbiamo visto quando abbiamo parlato di alimentazione e covid durante il primo lockdown, NON esiste, anzi è una fake news, una dieta che può farci guarire dal Covid. Né una dieta che possa immunizzarci totalmente.

Tuttavia più studi hanno indentificato un’associazione tra una dieta scorretta e il rischio di avere non solo un peggioramento della malattia, ma addirittura una maggiore percentuale di rischio. Abbiamo per esempio citato su Dcomedieta quello condotto in Gran Bretagna dal prof. Tim Spector.
Ora invece un nuovo studio, per giunta italiano, condotto in tandem dalle università di Roma Sapienza, Federico II di Napoli e Università dell’Agricoltura di Reggio Calabria,e apparso sulla rivista scientifica Foods, ci dà qualche risposta.

Lo studio affronta due prospettive diverse: quella strettamente nutrizionale, esplorando il ruolo di una dieta bilanciata e completa nel sistema immunitario. E quella farmacognosica e di immunonutrizione, in cui le singole molecole di alcuni vegetali hanno un ruolo nel depotenziamento del virus, grazie all’azione antinfiammatoria.

IL RUOLO DELLA DIETA COME MEZZO DI PROTEZIONE E PREVENZIONE

Da quanto si evince dallo studio, sono tantissime le sostanze che possono migliorare le difese immunitarie contro i virus che attaccano il sistema respiratorio. Le vitamine A, E e D, la vitamina C, lo zinco, il selenio, la vitamina B9.
Dunque formaggi stagionati, pesce e soprattutto crostacei, olio di oliva, agrumi, mandorle e verdure in foglia possono aiutarci a sostenere le difese immunitarie. Parallelamente a questi dati, esistono alcuni composti che hanno dato risultati incoraggianti sulla risposta del sistema immunitario verso sindromi respiratorie e infiammatorie.

Essi sono contenuti nell’aglio, nella cannella, nel tè verde, nel caffè, nei broccoli e in altre crucifere, nell’uva, nel vino rosso, nella curcuma, negli agrumi (soprattutto nella buccia), nella liquirizia e nel miele.

LE RICETTE DELLA SALUTE

Qui troviamo alcune ricette che possiamo realizzare per sostenerci in questo momento delicato.

Innanzitutto il golden milk, il latte alla curcuma.
Il caffè metabolico, che contiene caffè, ghee (usate questo al posto dell’olio di cocco), cannella, miele crudo.
La zuppa all’aglio, una zuppa che faccio sempre e che è un portento contro le infezioni respiratorie.
Due bevande detox al tè verde. Il porridge al grano saraceno. 
Il frullato detox al limone. 
La crema di cavolfiore e il brodo disintossicante invernale. 

E inoltre mangiare crostacei e pesce azzurro anche tre volte a settimana, bere ogni giorno un succo naturale di melograno o mirtillo nero e, ma solo se soffrite di pressione bassa, approfittare di un po’ di buona liquirizia pura.

Chiudi il menu