Questi 8 cibi light ti fanno ingrassare

(Articolo aggiornato il 26/04/2019)

Cibi light che ci fanno ingrassare, è mai possibile?
Eppure sembra proprio che sia questo l’effetto a lungo termine: dagli additivi non proprio innocui di alcuni alimenti apparentemente salutari, come per esempio la carragenina, fino ai medici che sconsigliano il consumo di bevande light e cibi con edulcoranti artificiali, la lista di cibi insospettabili che fanno male al metabolismo è lunga.

I cibi light si dividono fondamentalmente in due tipologie.

  1. Cibi light perché senza zucchero/saccarosio (ma con edulcoranti artificiali o mix di edulcoranti artificiali, tra cui sucralosio, polioli, aspartame, acesulfame k, eccetera) + sale, additivi e conservanti vari, grassi aggiunti, a volte ancora idrogenati, come emulsionanti o fibre non proprio amiche di tutti gli intestini (agar agar, gomma xantana, eccetera) usate come agglomeranti.
  2. Cibi light perché senza grassi: ma con zuccheri o aromi e sale aggiunti, più additivi e addensanti.

In questo articolo tuttavia vedrete non solo una lista di cibi light dove la dicitura è riportata in etichetta proprio come “prodotto light”, ma in generale di cibi che per le poche calorie o il loro aspetto “sano” consideriamo a torto dietetici.

Vediamo ora la lista aggiornata dei cibi dietetici che rischiano di farci ingrassare di più perché tendiamo a mangiarli di più e tendiamo a mangiare in generale di più. E infine possono persino rallentare il metabolismo andando a modificare in peggio la nostra flora batterica, stimolando dei recettori specifici dell’ipotalamo che dialogano con il nostro intestino.

8 CIBI LIGHT CHE TI FANNO INGRASSARE

  1. Bevande light a zero o poche calorie.

    Rientriamo nel primo caso, ovvero nei surrogati dello zucchero. Secondo alcune ricerche, queste bevande senza zucchero stimolano la produzione di insulina attraverso l’ipotalamo, dove attivano dei recettori. Altri studi collegano l’uso di bevande light a problemi cardiovascolari.

  2. Barrette ai cereali: come resistere?

    E poi hanno solo 90 calorie. Ma tra gli ingredienti troviamo cereali soffiati, con aggiunta di frumento, vitamine di sintesi, aromi artificiali e sciroppi vari più emulsionanti, dunque grassi come le lecitine. E’ vero che sono poche calorie, ma è anche vero che queste barrette non saziano per nulla, fateci caso. A questo punto meglio mangiarsi un cucchiaio di zucchero bianco, se proprio vogliamo assumere più zuccheri. Praticamente è la stessa cosa e sono 40 calorie. Senza altre aggiunte.

  3. Protein bars

    Spesso hanno una lista di ingredienti che pare di leggere un libro. Oltre all’uso di edulcoranti artificiali, alcuni dannosi per la flora batterica come i polioli, abbiamo gomme o polveri di fibre, mix di proteine dalla soia, dalle caseine, dal siero del latte, lecitine, aromi artificiali eccetera. Le merendine hanno meno ingredienti dannosi.

    Il fatto inoltre che siano proteiche non vuol dire che siano anche dietetiche. Per alcuni brand, arriviamo a 250-280 calorie per barretta.

    250 calorie corrispondono per intenderci a 150 grammi di fiocchi di latte con 150 grammi di spinaci e un cucchiaino raso di olio, a due uova medie strapazzate con 300 grammi di funghi e un cucchiaino di burro, a 170 grammi di yogurt fage bianco a 0% di grassi con 30 grammi di fiocchi di avena e un cucchiaino di miele.
    Minipasti proteici e naturali che saziano molto di più.

    E hanno solo 3 ingredienti. In definitiva sono ok per uno spuntino occasionale. Se sono un’abitudine è meglio ripensarci.

    (SEGUE A PAGINA DUE)

Chiudi il menu