Perdere 10 chili per l’estate: il piano di una dietologa

La dottoressa indiana Suman Pahuja, dietologa e personal trainer, è una celebrità sui social, anche per la sua storia personale. Il suo metodo, chiamato Fat to Fab (da grassa a favolosa), l’ha portata a perdere quasi 40 kg in un anno, dopo che aveva sfiorato i cento chili alla fine del suo divorzio.

In questo articolo vediamo una delle sue diete per perdere 10 chili per l’estate, tra le tante che assieme ai consigli offre gratuitamente perché la gente trovi ispirazione e motivazione.

Ovviamente è sempre bene consultare il proprio medico prima di fare una dieta.

La dieta è pensata per fare dimagrire 10 chili in 4 settimane e i quantitativi sono per una donna.
Si consiglia di riposare, camminare e uscire all’aria aperta, andare al mare e per il resto attenersi al piano.

PERDERE 10 CHILI PER L’ESTATE: IL PIANO DELLA DIETOLOGA
dieta 10 chili estate

Colazione. Ci sono 3 opzioni per colazione.

  1. Centrifugato o estratto o frullato con mezza mela, un quarto di costa di sedano, un cetriolo senza buccia, una carota a spicchi e un pomodoro, succo di limone, eventualmente acqua.
  2. Un centrifugato o estratto o frullato con una carota grande, un quarto di finocchio, mezza arancia, eventualmente acqua.
  3. Spremuta di arancia fresca con un pizzico di cannella e noce moscata.

A una di queste opzioni va aggiunta una fetta di pane integrale da 25 grammi con un cucchiaino di burro o burro chiarificato (ghee) o olio di cocco o due gallette di mais con un cucchiaino di burro o olio di cocco.
Più due cucchiaini di composta di mela.
Un caffè o un tè senza zucchero (ok stevia o altro dolcificante).

Metà mattina.
Frullato realizzato con 2 cubetti di ghiaccio, un bicchiere di latte scremato o latte di mandorla senza zuccheri, un cucchiaio di semi di chia precedentemente ammollati in acqua (2-3 ore), un cucchiaino di caffè istantaneo o una tazzina di caffè ristretto.

In alternativa un frullato con 150 grammi di mango o papaya o ananas + 150 ml di latte di mandorla senza zuccheri aggiunti o 125 grammi di yogurt magro. O un bicchiere di lassi (vedi qui la ricetta).

Pranzo.
50 grammi di quinoa  o riso integrale con verdure a scelta e un cucchiaino di olio di oliva o di cocco. Le verdure sono in quantità libera e la dietologa consiglia di mangiarne molte, crude o cotte a pranzo.
In alternativa un panino integrale da 65 grammi con pomodori, cetrioli, insalata e un cucchiaino di olio.
A seguire uno yogurt magro da 125 grammi bianco con cannella e dolcificante.

Merenda.
Un frullato con 150 grammi di mango o papaya o 100 grammi di ananas + 150 ml di latte di mandorla senza zuccheri aggiunti o 125 grammi di yogurt magro bianco.

In alternativa 200 grammi di anguria + 125 grammi di yogurt magro bianco e una spolverata di cannella.

Cena.
La cena va fatta presto, entro le otto di sera occorre avere finito di mangiare.

160 grammi di legumi lessi in insalata con un cucchiaino di olio o olio di cocco, ortaggi crudi come carote, insalate, finocchi, cetrioli, pomodori, cipolla rossa, aceto di mele o succo di limone. In alternativa: due uova o 140 grammi di petto di pollo o merluzzo o polpo in padella con un cucchiaino di olio + un piatto di verdure grigliate come zucchine grigliate, melanzane grigliate, funghi o peperoni, conditi con succo di limone e prezzemolo.
100 grammi di ananas fresco.

Dopo cena. Tisana digestiva con melissa o semi di finocchio.

Durante il giorno, dalla mattina alla merenda, occorre bere un’acqua che si può fare in due modi.

In una caraffa da litro, mettere una tazza di tè verde molto forte (fatto con 2 bustine), 4 bicchieri di acqua, una pesca a pezzi e un cucchiaio abbondante di semi di cumino nero, più il succo di un limone. Se non trovate i semi di cumino nero aggiungete delle stecche di cannella e un cucchiaino di aceto di mele al posto del succo di limone.
Non sono concessi pasti liberi. Chi vuole può “sgarrare” due volte a settimana con un ghiacciolo o un cappuccino senza zucchero.

Vediamo il mantenimento a pagina due.

(SEGUE A PAGINA 2)

Chiudi il menu