Medico rivela la dieta consigliata per la menopausa

Una dieta per perdere peso se la menopausa ci ha regalato qualche chilo di troppo?

Il dottor S. Watts, medico britannico specializzatosi in medicina integrativa e fondatore del Mind Body Medical, spiega che esiste una dieta consigliata per la menopausa che è facile e può essere fatta da tutte le donne in difficoltà con il proprio peso.

via GIPHY

Infatti questa dieta è naturalmente personalizzabile.

I giorni di dieta effettiva vanno da 3 a 4 a settimana: un giorno sì e uno no per una rapida perdita di peso.

In alternativa, per una perdita di peso più lenta e moderata, si possono fare tre giorni non consecutivi a settimana, fissi, per esempio i giorni pari o quelli dispari saltando la domenica.

In sostanza, la dieta consigliata per la menopausa è simile al digiuno intermittente.

La differenza sta che nei giorni di dieta effettiva le calorie sono molto poche, ovvero 800.

Ma in questi giorni non bisogna seguire degli orari precisi, a differenza del digiuno intermittente su base giornaliera.

Medico rivela la dieta consigliata per la menopausa

Secondo il dr Watts, per dimagrire in menopausa, occorre fare o un giorno sì e uno no di dieta da 800 calorie o 3 giorni a settimana non consecutivi. Nei giorni in cui non si è a dieta, bisogna seguire solo uno schema di massima per evitare di mangiare troppo. Capirete tutto nel corso di questo articolo.

spesa menu dieta

Per ora vi basti capire questa semplicissima regola: si sta a dieta un giorno sì e uno no.
Nei giorni sì, seguite le indicazioni sotto.
Per i giorni no, cercate di orientare la vostra alimentazione secondo lo schema successivo.

Dieta consigliata per la menopausa: menu dei giorni di dieta

Questo menu è per i giorni sì. Vi fornirò un esempio di menu da 800 calorie.
Potete sceglierne uno per tutti i giorni sì o alternare. Potete ovviamente anche farlo da sole, con una app contacalorie.
L’unica cosa che importa è che le calorie dei giorni di dieta non sforino mai le 800 calorie giornaliere.
L’altra cosa importante è che è vietato fare due giorni consecutivi di dieta da 800 calorie.

Menu dei giorni di dieta: esempio

Questo menu di esempio è molto completo e non ti farà venire troppa fame.
Durante la giornata puoi consumare solo bevande a zero calorie.

In alternativa a colazione, pranzo o cena, puoi realizzare anche un pasto sostitutivo come quelli presenti nel mio libro La dieta dei Pasti sostitutivi. Oppure ne puoi acquistare uno già pronto.

via GIPHY

L’importante è non superare le 200 calorie con il pasto sostitutivo.
Va bene anche una barretta proteica.

Colazione da 200 calorie.

Due fette biscottate con 2 cucchiaini di Marmellata Hero Light. In aggiunta 125 grammi di yogurt 0% di grassi bianco con un cucchiaino raso di miele o zucchero di canna e un cucchiaino di crusca di avena.

In alternativa allo 200 ml di latte parz. scremato anche delattosato con poco caffè e dolcificante a zero calorie + un pacco di pavesini. Al posto del latte possiamo bere quello di soia. L’importante è che la bevanda vegetale non superi le 50 calorie per 100 grammi.

Spuntino da 100 calorie

Una barretta Fitness Nestlé cioccolato al latte oppure 100 grammi di banana o 110 di uva o 250 grammi di pesca o melone giallo o 180 grammi di mela o pera.

Pranzo da 200 calorie.

90 grammi di petto di pollo oppure una frittatina di un uovo medio + un albume in padella antiaderente, quindi senza grassi aggiunti oppure 80 grammi di fagioli lessi sgocciolati. In aggiunta: 250 grammi di zucchine grigliate o 160 grammi di peperoni o 200 grammi di pomodori o ancora insalata mista verde con aceto o succo di limone. Niente olio nelle verdure: sì aceto di mele o succo di limone, spezie ed erbe aromatiche.

Una galletta di riso o mais + una Galatina o due pistacchi per fine pasto.

Merenda da 100 calorie.

Fino a 300 grammi di anguria o 250 grammi di melone cantalupo o melone bianco. In alternativa 220 grammi di arancia o una spremuta di arancia al bar (niente zucchero). Potete ripetere l’alternativa di metà mattina.

Cena da 200 calorie.

180 grammi di carote crude grattugiate + 100 grammi di fiocchi di latte o una ricottina Santa Lucia Light o 50 grammi di formaggio Linea Osella. In alternativa al formaggio: 100 grammi di tonno al naturale o 110 grammi di polpo/calamaro da cuocere.

formaggio magro

In alternativa alle carote: 150 grammi di cuori di carciofo saltati in padella con succo di limone, sale, pepe, prezzemolo.
Oppure 240 grammi di finocchi o 200 grammi di zucca lessata e frullata con una tazza di brodo vegetale di dado, da servire con un cucchiaino raso di parmigiano.

Alternativa vegan a formaggi o pesce. Una confezione di Vegan Jerky ai funghi o 15 grammi di semi oleaginosi misti o 150 grammi di Tofu Clearspring Organic Silken e Smooth, molto light (solo questa marca). Puoi personalizzarlo con sale integrale ed erbette.
Fine pasto con una Galatina o 2 pistacchi.

P.s.: Se dovessi avere fame durante il giorno, puoi consumare la gelatina di Konjac. Ha solo 6 calorie che ho incluso in questo menu, è molto saziante ed è un ottimo spezzafame. La trovi su Pinkfoodshop: scegli il gusto mirtillo o anguria.
In alternativa una gelatina light già pronta marca Hartley’s.

Vediamo ora lo schema per i giorni di non dieta.

E’ davvero molto semplice.

schema giorni di non dieta

Fai la tua solita colazione, per spuntino mantieniti con un frutto a scelta o uno yogurt magro, a pranzo mangi solo un primo, cercando di limitare i condimenti a massimo un cucchiaio di olio di oliva in tutto.
A cena, un secondo di carne o pesce, un contorno di verdure, poco pane o della frutta.

Il giorno no insomma deve essere un giorno normale in cui però non cedi a sgarri. Con il mio esempio di menu per i giorni di dieta non sentirai la fame!

Durante la settimana, cerca ovviamente di non mangiare cose che ti portano a eccedere a tavola. Nel giorno no della dieta concediti un pasto libero una volta a settimana, per esempio una pizza margherita.

Chiudi il menu