La dieta per dimagrire le gambe: menu e consigli

SEGUE: DIETA PER DIMAGRIRE LE GAMBE: MENU DI 3 SETTIMANE

Attività fisica giornaliera.

Si compone di due sessioni.

Una di 20 minuti circa di camminata power walk o fitwalk, che puoi vedere qui in italiano: video 1, video 2, video 3, video 4, video 5, video 6, video 7. Altrimenti puoi assolutamente fare da sola, con una marcia sostenuta, anche guardando la tv. Questa va fatta preferibilmente al mattino, dopo colazione.

Invece la seconda è di 25-35 minuti, e puoi scegliere qualsiasi video di pilates, yoga, allenamento barre. Sono queste le attività consigliate se si vogliono dimagrire le gambe.

Puoi vedere le lezioni di Pilates con Giorgia qui o gli allenamenti barre che ti indico in questo articolo. Oppure puoi seguire dei corsi di yoga anche online. Qui te ne indico alcuni. 

L’ideale è quindi combinare un cardio leggero come quello di una camminata o una biciclettata di 20 minuti senza sforzi intensi con allenamenti che non solo tonificano ma migliorano l’elasticità dei muscoli e la flessibilità. Il tutto senza creare troppo stress nelle gambe.
In questo modo, assieme alla dieta, snellisci e tonifichi.

Questa routine allenante va mantenuta anche dopo le 3 settimane.

Mantenimento.

In fase di mantenimento possiamo seguire uno schema alimentare a ridotto contenuto di grassi e di alimenti che aumentano gli estrogeni, il problema principale dell’accumulo di grasso su gambe e fianchi.

No a soia a parte il tempeh, latte di mucca intero, legumi in eccesso, semi oleosi, fritture, salse come maionese, formaggi molto grassi come il mascarpone, sottoli, insaccati.

Sì a carne magra, pesce magro (grasso in metà dose come il salmone), una o due uova, latticini di capra o di pecora o latticini scremati, yogurt scremato.

Si possono reintrodurre tutti i cereali: anche il germe del cereale contiene fitoestrogeni, quindi l’integrale non è sempre l’opzione migliore. Evitate invece biscotti, prodotti da forno e cibi confezionati.

Uno schema può essere il seguente.

Colazione:
1 latticino scremato a scelta con un cucchiaino di miele + un frutto o una fetta di pane tostato. Tè o caffè leggero con stevia.

Spuntino: frutti rossi o agrumi

Pranzo: 60 grammi di pasta con ortaggi come zucchine, peperoni, pomodori, melanzane o spinaci, finocchi, cipolle, cipollotti, porri, radicchio, zucca. Al posto della pasta del riso basmati o normale. A scelta una piccola porzione di carne o pesce o molluschi per realizzare un piatto unico, o in alternativa poco tempeh o pisellini primavera. Una tisana con poco miele o stevia.

Spuntino come metà mattina o con due gallette di riso o mais con due cucchiaini di marmellata o con uno yogurt magro.

Cena: a scelta una omelette o della carne magra o del pesce magro (120-150 gr) con un piatto ricco di verdure o ortaggi + frutta a scelta oppure una piccola porzione di pane.
In alternativa ai piatti proteici: affettato magro come bresaola (100 gr) o del formaggio magro come mozzarella light, fiocchi di latte, ricotta (100 gr).

1 cucchiaino di olio a pasto. Una crema leggera di verdure può aprire la cena,

Se anche vi volete preparare dei dolci, cercate ricette a basso contenuto di grassi, che potete consumare con moderazione al mattino, ma non tutti i giorni. In caso di sgarri fate due giorni a scelta di dieta di 3 settimane.

Chiudi il menu