La dieta della cantante Noemi e come si allena

La cantante Noemi avrebbe perso peso, anche molto a giudicare da come è apparsa al Festival di Sanremo con il brano “Glicine”, dalle foto apparse sul suo profilo Instagram e sulle copertine dei giornali come Vanity Fair.
Era già dimagrita due anni fa in vista del matrimonio con Gabriele Greco, suo bassista.

Ora, dopo la quarantena è tra i personaggi dello spettacolo, come Adele, che è apparsa al grande pubblico decisamente  più magra. Di ben 15 chili, come ha detto la sua nuova nutrizionista.

noemi-sanremo-2

Il segreto della nuova Noemi dimagrita?

Se prima del matrimonio aveva seguito una dieta dissociata, oggi Noemi ha aggiunto a un’alimentazione sana e moderata un allenamento ad alta intensità, il Tabata.
E ha rivisto le proprie abitudini alimentari puntando sull’equilibrio e su un’alimentazione bilanciata ma non restrittiva.
Merito di un lungo lavoro svolto con la dottoressa Monica Germani, la sua nuova nutrizionista.
La dottoressa Germani basa il suo approccio sulla moderazione a tavola senza demonizzare il cibo e su una personalizzazione della dieta grazie al test del DNA.

DIETA NOEMI: DIETA E ALLENAMENTO DELLA CANTANTE

Noemi è tra le star che durante la quarantena del 2020 hanno operato una trasformazione totale del proprio fisico: avevo già parlato del caso di Adele e di Mauro Coruzzi (Platinette).

Come nel caso di altri vip, anche Noemi ha detto di essere dimagrita per tornare a stare bene con sé stessa.

Sebbene non si possa avere un menu specifico della nuova alimentazione che seguendo adesso la cantante Noemi, due anni fa per prepararsi al matrimonio scelse un regime da 1200 calorie circa.

Adesso invece segue una dieta flessibile, affiancando l’allenamento al maggiore equilibrio alimentare. Sotto trovate un esempio.

noemi_dieta

Per una donna come Noemi, con un fabbisogno di 1800/2000 calorie giornaliere, una dieta da 1300-1400 calorie permette di perdere dai 2 ai 3 chili al mese.

Ma se si aggiunge l’allenamento Tabata, si perdono almeno due chili in più al mese.

Il nome di questo allenamento potrà dire poco a chi non è esperto di fitness, ma tutti noi abbiamo sentito parlare dell’allenamento HIIT, di cui il Tabata rappresenta appunto una tipologia.

Gli allenamenti HIIT permettono di perdere peso dedicando all’attività fisica pochi minuti. Sotto spiego come.

Associati quindi a un regime ipocalorico sono l’allenamento ideale per dimagrire molti più chili che con la sola dieta, andando a stimolare il metabolismo e bruciando così più calorie.

Dunque non stupisce che Noemi sia dimagrita 15 chili.
Il segreto è stato anche quello di allenarsi.

la dieta della cantante noemi da 1200 calorie

Lo dimostra la foto che vediamo sopra: questa era Noemi dopo la sola dieta nel 2018.
Un buon risultato senza dubbio, ma non c’è paragone rispetto al corpo che sfoggia ora che ha incluso l’allenamento.
Un fisico asciutto e sano che possiamo vedere qui sotto.

noemi-instagram

Dopo il piano dietetico vedremo dei link youtube di allenamenti Tabata gratuiti che ci possono aiutare.

Qui sotto vediamo uno schema simile a quello che ha permesso a Noemi di dimagrire: flessibile, bilanciato e nutriente.

La dottoressa che ha seguito Noemi in questo nuovo percorso dà inoltre alcuni consigli a chi vuole dimagrire.

  • Niente diete troppo drastiche rispetto al proprio fabbisogno energetico.
  • No all’esclusione dei carboidrati.
  • Cerchiamo di non stravolgere troppo le nostre abitudini a tavola ma impariamo a fare pasti nutrienti e modificare poco per volta il nostro stile alimentare.
  • Impariamo a giocare d’astuzia con un pasto di compenso se prevediamo una cena o un pranzo fuori.
  • Per chi invece non può prepararsi un pranzo a casa perché lavora fuori, optare per il pranzo per un toast semplice, un centrifugato e qualche mandorla a fine pasto o due-tre noci.

ESEMPIO PER UNA DIETA COME QUELLA DELLA CANTANTE NOEMI. 

Colazione.
125 grammi di yogurt magro bianco con un cucchiaio di muesli con frutta secca o con una fetta biscottata integrale e un cucchiaino di marmellata senza zuccheri aggiunti.
Un bicchiere di succo di melograno o di spremuta di agrumi.
Una tazza di tè verde con una puntina di miele o un caffè con un cucchiaino di zucchero di canna.

Snack. Frutto di stagione (100-150 grammi)* non zuccherino + 2-3 mandorle. In alternativa un centrifugato o frullato di verdura (come cetrioli) e frutta (come mezza pera) a cui aggiungere menta fresca o zenzero.  

Pranzo. Un piatto moderato (per esempio 50 grammi) di pasta integrale o riso integrale con verdure a scelta e un  cucchiaino di olio di oliva a cui possiamo abbinare un po’ di proteine, per esempio un mestolo di legumi o un po’ di ricotta magra a fine pasto o dei molluschi, come vongole o cozze. In alternativa una zuppa di soli legumi (per esempio, con un filo di olio, pomodoro o altre verdure), e due fettine di pane integrale bruschettato.
Fine pasto con una noce o due o un quadratino di cioccolato fondente. 

Merenda. Uno yogurt magro con un kiwi a pezzi o altro frutto poco zuccherino.

Cena. Un piatto proteico: due uova al tegamino, o del pesce fresco (120-150 gr) come polpo, orata, spigola, oppure un piccolo carpaccio di bresaola o una fettina da cento grammi circa di pollo/tacchino/arista. Accompagniamo il piatto con un piccolo panino integrale, una fetta grande di pane di segale o fette di orzo, una piccola patata al cartoccio. 
Contorno abbondante di verdure e un cucchiaino o due di olio per condire il tutto. Un cubetto di cioccolato fondente o 2 mandorle.

* quantità indicative per una dieta da 1350 calorie.

ALLENAMENTO TIPO DI NOEMI

Clicca sui link sotto per avere degli esempi gratuiti di allenamento Tabata da fare a casa.

Devi sapere che questo allenamento prevede spesso salti, per cui gli ultimi due esempi sono di allenamenti Tabata senza salti ideali per chi ha problemi articolari o è un principiante.

Da ultimo, l’allenamento Tabata è controindicato nelle persone che soffrono di sindrome metabolica o problemi cardiovascolari.
Nel primo caso oltre che chiedere al medico come comportarsi è bene iniziare per gradi: camminata, qualche ora di esercizio con pesi a casa e solo quando alcuni valori sono scesi, oltre ai chili, il  Tabata.  Nel secondo è sempre bene chiedere a un medico quale tipo di attività fisica svolgere.

Video 1. 2. 3 (senza salti o con salti). 4 (senza salti).

(photo: Noemi, profilo instagram; Noemi, cover Vanity Fair)

Chiudi il menu