La dieta dei frullati dimagranti di Sara Cordara

Apparsa su Iodonna, la dieta dei frullati dimagranti della dottoressa Sara Cordara, nutrizionista, mi ha subito colpita.

Si tratta di un regime semiliquido di una settimana, con cinque giorni a base di frullati dimagranti come pasto sostitutivo, per riequilibrare la flora intestinale, perdere peso e combattere la ritenzione idrica.

Il trucco è quello di sostituire al pranzo uno di questi smoothie al pasto tradizionale.
Per chi lavora in ufficio, viste le ricette, si possono preparare dalla mattina e poi agitare prima di berli a pranzo, oppure farseli di sera.

La dieta si presenta così come un regime lampo detox.
Nella prima settimana i giorni a base di frullati dimagranti sono consecutivi, dal lunedì al venerdì.
Colazione e cena come d’abitudine.
Sabato e domenica va fatta la normale alimentazione, magari senza stravizi.

La settimana successiva, si possono alternare i giorni a base di pasti sostitutivi con giorni a base di pranzi solidi.
Vediamo quindi la dieta dei frullati dimagranti da lunedì a venerdì.

LA DIETA DEI FRULLATI DIMAGRANTI DELLA DOTT.SSA CORDARA

Pranzo del lunedì.
Si sostituisce il pasto con lo smoothie alla barbabietola, che si ottiene frullando una piccola barbabietola + una carota cruda con una mela o una pera da 150 gr.

Pranzo del martedì.
Uno smoothie agrodolce, ottenuto frullando una mela, una pera, una carota, due gambi di sedano, tre cubetti di ghiaccio, scaglie di zenzero fresco, mezzo cucchiaino di olio evo o di cocco.

Pranzo del mercoledì.
Frullate 200 ml di latte di soia (o scremato) con un mango maturo a pezzetti (in alternativa 2 kiwi piccoli), 2 cucchiaini di miele e 4 cubetti di ghiaccio.

Pranzo del giovedì.
Frullate un grosso pugno di mirtilli (100 gr) o in alternativa due piccole prugne fresche con 200 ml di latte scremato vaccino o di soia, due cucchiaini di miele e 2 cubetti di ghiaccio. Nella ricetta originale c’è anche il succo di un lime. Personalmente eviterei, ma si potrebbe assumere un po’ di vitamina C in più con della rucola fresca o degli spinaci baby (una manciata).

Pranzo del venerdì.
Frullate un grosso pugno di mirtilli o in alternativa due piccole prugne fresche (100 gr) con 200 ml di latte parzialmente scremato vaccino o di soia,  mezzo bicchiere di succo di lampone o mirtilli e 4 cubetti di ghiaccio.

Cosa mangiare nel resto del tempo?
La dottoressa consiglia snack a base di verdura cruda o frutta o yogurt greco scremato (due al giorno), cena non solo proteica che possiamo ottenere abbinando un piccolo secondo a base di pesce o carne a scelta o dei formaggi magri con verdure saltate in padella e un piccolo panino o un frutto grande.

Approfondimenti: Scopri La Dieta dei Pasti Sostitutivi di Dcomedieta: perdi peso con le ricette fai da te. 

Chiudi il menu