Come contare le calorie: lo schema furbo

Per dimagrire è davvero necessario contare le calorie?

Non esattamente: l’importante è creare un deficit energetico. Possiamo farlo con una dieta ipocalorica con un menu già scritto e alimenti dosati, oppure facendo attività fisica o ancora unendo le due cose.
Senza dubbio, avere noi un’idea delle calorie che consumiamo ci permette di mantenere un buon peso corporeo.

COME CONTARE LE CALORIE SE SI VUOLE DIMAGRIRE

Uno dei rischi di contare le calorie per dimagrire è di considerare gli alimenti solo per il loro valore calorico.

Con la conseguenza di prediligere solo alimenti molto poveri di calorie, come per esempio l’insalata, ad altri che hanno più calorie ma decisamente apportano anche più nutrienti o diversi nutrienti.

Il nostro obiettivo deve essere sempre quello di una perdita di peso salutare.
E perché sia salutare, una dieta bilanciata è la soluzione migliore.

Dunque, evitiamo di eliminare intere categorie di alimenti solo perché calorici. Soprattutto se questi alimenti sono naturali o minimamente trasformati e non industriali o pesantemente trasformati (per esempio un cibo liofilizzato).

Detto questo, vediamo come bisogna contare le calorie senza correre il rischio di impazzire con calcoli e ricordarsi numeri su numeri a memoria. Chiaramente, se usiamo una app contacalorie, come Myfitnesspal, non abbiamo bisogno di questo trucco.

Innanzitutto per capire come contare le calorie, iniziamo suddividendo i principali alimenti in categorie.
Potete semplicemente ricopiare questo schema su un foglio o su una lavagnetta e attaccarlo al frigo.
Ovviamente, ma lo specifico lo stesso, le calorie sono calcolate in media.
Quindi per esempio il riso dalla pasta può avere una variazione di 10 calorie ogni cento grammi.

Ma non occorre essere così ossessivi, altrimenti dovremmo essere dei calcolatori viventi.

via GIPHY

Soprattutto se faccio un’alimentazione bilanciata, perché se mangio insalata a un pasto e poi carciofi di contorno a un altro o carote, alla fine nella media settimanale avrò esattamente lo stesso conteggio. Allo stesso modo, se un giorno mangio pollo e un altro agnello ma considero queste calorie, la media calorica sarà simile nel corso della settimana.

L’importante insomma è avere un’idea di base che anche se sei alle prime armi riesci a ricordare e puoi appuntarti facilmente sia sul cellulare che a casa.

In questo modo anche quando vai fuori sai come regolarti. Non solo: questo schema furbo ti permette anche di capire che, per esempio, una crostata leggera fatta in casa, se sostituisci l’olio al burro non è leggera in calorie. Cambia solo la composizione di grassi.

Ma anche che puoi ottenere un’ottima torta o ciambellone o della frolla sostituendo al burro la panna fresca, se vuoi invece ridurre solo le calorie.

SCHEMA FURBO DELLE CALORIE PER ALIMENTI

  • A. Pasta, riso, cereali in chicco, polenta, pasta secca all’uovo, legumi secchi e farine di cereali e legumi = 360 calorie per 100 grammi pesati da crudo.
  • B. Verdura e ortaggi = 30 calorie per 100 grammi di verdura o ortaggio a crudo.
  • C. Frutta e succo di frutta = 50 calorie per 100 grammi di frutto a crudo o 100 ml di succo, eccetto cocco, avocado, platano, banana e uva.
  • D. Formaggi e panna fresca = 380 calorie per 100 grammi.
  • E. Carne e pesce freschi o affumicati di taglio normale, latticini scremati = 150 calorie per 100 grammi.
  • F. Olii e burri o salse grasse = 800 calorie per 100 ml.
  • G. Noci e semi oleosi e relativi burri o creme spalmabili = 600 calorie per 100 grammi.
  • H. Crackers, grissini, gallette = 400 calorie per 100 grammi. Ma pane: 270 calorie massimo. 
  • I. Biscotti, merendine, cioccolata e snack dolci, patatine e salatini = 550 calorie per 100 grammi.
    Considera che sono le stesse calorie di bacon e pancetta!
  • L. Yogurt bianco magro, latte parzialmente scremato, albume d’uovo: 50 calorie per 100 ml.
  • M. Affettati e salumi: 300 calorie per 100 grammi.
  • N. Zucchero di canna, miele, cacao amaro, marmellate, zucchero bianco, a velo, caramelle: considerate in generale dalle 300 alle 400 calorie.
  • O. Un uovo medio = 65 calorie.
  • P. Latticini non scremati, gelato alla crema: 270 calorie per 100 grammi.

Vi rimando infine ad alcuni articoli su come e quanto funziona contare le calorie.
Le calorie non sono tutte uguali.
Una dieta ipocalorica allunga la vita.
Una caloria non è una caloria

Chiudi il menu