Farmaco dimagrante aumenterebbe rischio di cancro

Timido dietrofront della Fda sulla commercializzazione di un farmaco dimagrante, il Belviq, a base di Lorcaserina, prodotto dalla casa farmaceutica svizzera Arena o dalla Eisai.

In Italia anche noto come Belviq o Lorge X,  ma non ancora disponibile, il farmaco dimagrante anni era uno dei pochi a essere stato approvato dalla Food And Drug Administration dopo molti studi che ne sancivano l’efficacia.

Il farmaco permetteva di perdere il 5% del peso corporeo senza altri interventi (per esempio la dieta) nei pazienti sovrappeso o obesi.

Una perdita di peso tutto sommato modesta, che avveniva grazie al suo effetto serotoninergico, ovvero aumentando le concentrazioni di serotonina. Questo permetteva indirettamente di ridurre l’appetito.

FARMACI CHE AUMENTANO LA SEROTONINA E POSSIBILI RISCHI PER LA SALUTE

Vorrei fare una premessa che ritengo importante.
Una cosa di cui si parla poco ma su cui occorre andare molto cauti, sono proprio i farmaci ad azione serotoninergica, che andrebbero usati solo in caso di serotinina bassa.

Mentre invece spesso si abusa di prodotti che aumentano la serotinina ma non sono esenti da effetti collaterali. Serotonina per dormire, per ridurre la fame nervosa, per combattere ansia e depressione eccetera. Anche degli integratori possono promuovere la produzione di serotonina, come nel caso dell’iperico.

Ma la serotonina è un neurostrasmettitore molto potente, e usare farmaci che ne promuovono la produzione può causare danni collaterali in chi non ne è carente. Uno di questi è appunto un maggiore rischio di cancro.

La serotonina infatti promuove i fattori di crescita delle cellule cancerogene agendo sui recettori 5- HT1 e 5-HT2.
Il rischio tuttavia è dose dipendente. Cioè si è visto che in chi è carente di serotonina, un farmaco serotoninergico ha un effetto protettivo. In chi non ha carenza e prende il farmaco per periodi prolungati può accadere l’esatto contrario.

Questo significa che la serotonina può dare grossi benefici in chi ne ha carenza, mentre in chi ha livelli di serotonina normale aumentare la serotonina non darà benefici e al contrario può aumentare i rischi di salute.
Neanche in casi di ansia, insonnia e depressione, la serotonina è sempre la risposta giusta. Non è detto che tutti questi sintomi siano dovuti a una carenza di serotonina!
Occorre valutare caso per caso ed essere molto cauti nell’assunzione di farmaci serotoninergici.
Chiusa premessa.

Vediamo cosa è successo nel caso del farmaco dimagrante Belviq.
(SEGUE A PAGINA 2).

Chiudi il menu