Dimagrimento veloce: esistono scorciatoie?

Un dimagrimento veloce è sempre possibile, il punto è capire cosa perdiamo quando la bilancia scende bruscamente. Nella maggior parte dei casi, quella che si perde rapidamente è acqua, e questo avviene per esempio con le diete povere di carboidrati, chetogeniche o non. Quindi anche molto ipocaloriche come le diete di semi-digiuno. Questo fenomeno ha una semplice ragione biochimica.

I carboidrati che mangiamo vengono convertiti in parte in una sostanza chiamata “glicogeno”. Perché questa conversione avvenga, a ogni grammo di carboidrati si lega una piccola percentuale di acqua.
Eliminando i carboidrati, il corpo sfrutta il glicogeno, e l’acqua si perde.

Le diete miracolose che ci facciano perdere peso in pochi giorni eliminano i liquidi e magari un po’ di gonfiore. Assolutamente nulla di male, se vogliamo apparire al meglio per una serata particolare. Ma non equivale a un dimagrimento veloce (dimagrire=perdere grasso), quanto a una veloce e temporanea “disidratazione”.

Eppure, una ricerca di questi giorni ha sottolineato come le persone, noi occidentali in realtà, pur sapendo o sospettando quello che ho scritto sopra, tendano comunque a cercare scorciatoie per un dimagrimento veloce. Se non è la dieta è la pillola.

Per tagliare la testa al toro, cito questo articolo uscito sul sito d’informazione The Lamar Ledger, in cui ai quesiti “Esistono rimedi naturali per un dimagrimento veloce? Esistono pillole per un dimagrimento veloce? “, risponde un dottore della Università di Harvard, il fisico Pieter Cohen.

ESISTONO RIMEDI NATURALI PER UN DIMAGRIMENTO VELOCE?

Il dr. Cohen assicura che nessun integratore naturale e nessuna sostanza vegetale o naturale ci porta a un dimagrimento veloce. Avete capito bene: il potere della Garcinia Cambogia, del mirtillo, del gambo di ananas o del chitosano poco o nulla fanno per un dimagrimento rapido. Inoltre sono da evitare, spiega il medico, perché a differenza di altri integratori alimentari (come i supplementi vitaminici) non vengono testati, e possono contenere sostanze tossiche per il fegato, causare problemi digestivi e altri effetti collaterali, inclusi scompensi cardiovascolari.

ESISTONO PILLOLE PER UN DIMAGRIMENTO VELOCE?

Tutti i farmaci dimagranti oggi in circolazione hanno risultati scarsi sulla perdita di peso (si parla di massimo cinque chili in un anno, n.d.R), ma anche effetti collaterali, spesso perché agiscono sul sistema nervoso o a livello intestinale, per esempio sono fibre che legano i grassi assunti con la dieta.

ESISTONO DIETE PER UN DIMAGRIMENTO VELOCE?

E veniamo alla parte della dieta. In passato ho parlato di un esperimento di un gruppo di scienziati, che con una dieta fortemente ipocalorica, praticamente di digiuno, e una certa routine di allenamento per numerose ore al giorno, hanno dimostrato che è possibile perdere un chilo al giorno per 4 giorni, di solo grasso corporeo. Tuttavia, i soggetti sono stati tenuti in osservazione 24 ore su 24. Si trattava insomma di un esperimento rischioso, assolutamente non replicabile fuori dalle mura di un ospedale.
Chi cerca un modo per dimagrire velocemente può farlo.

Ne esistono due che scientificamente sono ritenuti valide. Vi ricordo che in ogni caso questo è un sito di informazione, non sono il vostro medico. Dunque dovete parlarne con il medico.

La più sicura dei due, perché agisce sul metabolismo spingendo il corpo a bruciare di più, è una dieta senza grassi. Si potenzia il metabolismo glucidico, e quando non si mangia il corpo attacca i grassi per produrre energia. Non avendo grassi alimentari, attacca le riserve di grasso. Sia la dieta Pritikin che la dieta Rosati sfruttano questo tipo di approccio. Occorre tuttavia bere molto per evitare la stipsi e prendere un integratore blando di vitamine liposolubili.

L’altro metodo è quello della dieta chetogenica, che va comunque settata secondo il nostro peso corporeo,e deve prevedere non oltre il 5% totale di carboidrati netti.

Infine, ci sono altre diete che portano a un dimagrimento veloce semplicemente perché sgonfiano a livello intestinale. Molto spesso le persone accumulano gonfiore, a causa di uno stato infiammatorio dell’intestino. Andando a risolvere questo stato infiammatorio, le persone si sgonfiano e il metabolismo poco per volta migliora. Esistono molti protocolli del genere: vi consiglio di guardare la Dieta dei Carboidrati Specifici o la dieta della dottoressa Bathia.

Chiudi il menu