Corpo da pandemia: come il Covid ci ha cambiati

Quali sono stati gli effetti della pandemia di Covid sul nostro aspetto? Anche chi non si è ammalato o peggio, infatti, ha subito dei danni di stress psico-fisico dalla pandemia di questi due anni, che inevitabilmente si sono ripercossi sul suo aspetto.

Molte persone hanno messo su peso, per esempio, ma non solo. tanto che si può parlare di un corpo da pandemia, ovvero un corpo che è cambiato a causa degli stravolgimenti nelle nostre vite causate dal Covid.

La giornalista e scrittrice Amy Fleming ha elencato per il Guardian tutti gli  effetti collaterali della pandemia sul nostro stato di salute e sulla nostra immagine.

CORPO DA PANDEMIA: COME IL COVID HA CAMBIATO IL NOSTRO ASPETTO FISICO

  1. Perdita di capelli o diradamento dei capelli.

    Da un’indagine di un Istituto Tricologico britannico, quasi l’80% delle persone lamenta di avere perso un questi due anni una quantità maggiore di capelli. Questo sia per chi si è ammalato di Covid, sia per chi ha vissuto con più stress i vari lockdown.
    Soprattutto le donne sono quelle che lamentano un Telogen Effluvium, ovvero dei cambiamenti nel ciclo di crescita dei capelli che portano a una perdita più intensa e a un maggiore diradamento sul cuoio capelluto. La buona notizia è che la condizione è reversibile.

  2. Disturbi agli occhi.

    Occhi gonfi, occhiaie e non solo: secchezza oculare e maggiori casi di miopia sono emersi come un altro spiacevole effetto dei lockdown. Il motivo è semplice: abbiamo passato più ore davanti a tv e pc.

  3. Carie e altri problemi dentali.

    Non solo carie. Per due anni molti di noi hanno saltato gli appuntamenti dal dentista. Il risultato è che, oltre al numero crescente di carie, molti hanno iniziato a soffrire di bruxismo (digrignamento dei denti, specialmente notturno) e dolori mandibolari.

  4. Eventi cardiovascolari

    Altro problema è stato la cancellazione dei controlli di routine con il medico di molte persone che hanno problemi di cuore e pressione alta. Il risultato è che sono morte più persone di infarto e attacchi di cuore.

  5. Disturbi digestivi

    In questi due anni c’è stato un aumento dei casi di colon irritabile, ma sono aumentate anche le diagnosi di malattie infiammatorie croniche intestinali, come la colite ulcerosa, e disturbi come la gastrite. Moltissime persone hanno sofferto di problemi di regolarità intestinale, probabilmente per effetto dello stress e di un’alimentazione incontrollata.

  6. Fegato

    Milioni di persone hanno affrontato lo stress da pandemia bevendo più alcol. Il risultato è stato un ingrossamento del fegato fino alla cirrosi epatica: maggiori ricoveri in ospedale si sono verificati a causa di persone in preda a tremori, sudore copioso e stati di ansia e ipereccitazione.

  7. Pelle

    Le persone hanno sofferto in questi anni di maggior disturbi della pelle: in genere le condizioni di pelle e capelli vanno a braccetto, per cui non stupisce un aumento di casi di rosacea, eczema, psoriasi e dermatiti alle mani, causate dai frequenti lavaggi (un medico oggi si lava le mani oltre cento volte al giorno, indipendentemente dalle visite) e dall’uso di gel igienizzanti, che contengono sostanze irritanti come alcol, glicerina, amuchina, che tendono a seccare e desquamare l’epidermide. Ma ci sono stati anche casi numerosissimi di persone con desquamazioni sul viso, dermatiti, macchie sulle guance, per l’uso della mascherina.

  8. Piedi

    Il lavoro da casa ha fatto sì che molti passassero troppo tempo in ciabatte o a piedi nudi, o indossando solo calze. Il risultato è che sono aumentati i problemi articolari, le tendiniti, le fasciti, problemi ai talloni e dolori alle caviglie.

  9. Peso corporeo

    In media, si è registrato un aumento del peso corporeo di circa due chili in più. Considerando che molti durante la pandemia sono dimagriti, questo significa che altri sono ingrassati molto di più.

Chiudi il menu