Come mangiare e perdere peso: il metodo

COME MANGIARE E PERDERE PESO: LA FASE DIMAGRANTE

mangiare e dimagrire
Occorre stare lontani dagli alimenti dietetici, evitare zucchero e cibi raffinati, evitare alimenti da fast food, che possono essere rimpiazzati da alternative più sane.
In questa fase si fa colazione dopo un’ora  o due dal risveglio, non subito, e si fa preferibilmente la cena un’ora prima del solito orario, se ci si riesce.
Ci sono tre pasti al giorno, più uno spuntino a base di frutta.
Per le porzioni si segue la regola del pugno chiuso: una volta cotti gli alimenti si serve sul piatto tanto cibo quanto ne occupa il pugno chiuso della propria mano.

MENU

Colazione (una o due ore dopo il risveglio).
Un pugno di fiocchi di avena cotti in acqua (considerate 25 ml di acqua ogni 10 grammi di fiocchi) o del riso integrale lesso e ridotto in purea. 1-2 uova oppure dello yogurt greco. Un cucchiaino di burro o burro di mandorla o di nocciole. Tisana, tè o caffè con stevia. Succhi e altre bevande sono vietate.

Pranzo. Un pugno di carne cotta a piacere o pesce (salmone, tonno, spigola, orata, molluschi), poco olio o burro o un pezzetto di avocado, una grossa porzione di verdure (questa è libera), una patata o patata dolce grande come il nostro pugno.

Spuntino. Un frutto a scelta, con preferenza per frutti rossi o agrumi.

Cena (un’ora prima del solito): come il pranzo o con un pugno di ricotta, fiocchi di latte al posto di carne o pesce. Al posto della patata si può optare per un pugno di polenta o di riso basmati o integrale o di quinoa.

Allenamento: 10 minuti di attività fisica da una a due volte al giorno.

Dopo un minuto di riscaldamento con della corsetta sul posto, si sceglie un esercizio (o più esercizi, per esempio 4 o 5) e lo si svolge alla massima velocità per 40 secondi di tempo, con o senza manubri (lui consiglia di usare dei pesi piccoli o medi) e con una pausa di 20 secondi. Poi si ripete o si passa all’esercizio successivo facendolo allo stesso modo. Il tutto per non meno di 7-8 minuti. Un minuto di stretching a fine allenamento. Gli esercizi possono essere: squat, affondi, burpees, jumping jacks, flessioni, addominali obliqui, rematore con manubri, dip sulla sedia o sulla panca eccetera.

Possiamo mangiare in questo modo senza preoccuparci di fare altro per le prime due settimane. Poi se siamo dimagriti il peso che volevamo arriviamo alla fase di stabilizzazione. Se vogliamo perdere ancora peso possiamo ripetere per altre due settimane, ma facendo un giorno libero ogni 10 giorni.
Per risultati più rapidi è meglio allenarsi prima di colazione.
Vediamo il mantenimento.

(SEGUE A PAGINA 3)

Chiudi il menu