Come mangiare cioccolato (o cacao) per dimagrire

Se c’è una cosa a cui molti non possono rinunciare quando sono a dieta è il cioccolato, o anche il cacao. E’ considerato uno degli alimenti più difficili a cui resistere, e le ragioni sono molteplici: è alla base di molti comfort food, è direttamente associato ai dolci o a qualcosa di dolce, e in un certo senso crea dipendenza, perché stimola la serotonina, e soprattutto crea dipendenza nelle donne. Non è un caso che in piena sindrome premestruale il cioccolato è uno degli alimenti di cui si ha più voglia. Esiste addirittura un nome a questa dipendenza: il cioccolismo. Ok, è un nome indecente, corrispettivo dell’inglese chocoholism.

Ma a differenza di altre dipendenze, come quella dell’alcol o del fumo, la dipendenza dal cioccolato non è poi questo grande problema se viene limitata a un consumo quotidiano ma non eccessivo: cosa fattibilissima, dato che il cioccolato è saziante, il suo consumo è legato a minore BMI nelle persone, e consumarlo in dosi moderate ci dà un sacco di benefici a livello di salute cardiovascolare ed è tra i cibi che aumentano la sensibilità insulinica.
Non solo, ma un articolo recente che ne riassume i principali pregi, ha aggiunto una cosa singolare, che è poi alla base di questo articolo: mangiare cioccolato aumenta la nostra forza di volontà quando siamo a dieta.
Possiamo insomma mangiare poco e fare sacrifici alimentari, ma se c’è il cioccolato la dieta ci sembrerà automaticamente meno gravosa. A pagina due vediamo come mangiare cioccolato e cacao per dimagrire!
(SEGUE A PAGINA DUE)

Chiudi il menu