Come disinfiammare il colon grazie a 7 alimenti

Un colon infiammato è una condizione che può portare a problemi intestinali di natura momentanea, ma se non curato può scatenare la cosiddetta sindrome del colon irritabile, di cui su Dcomedieta ho parlato diffusamente perché ne ho sofferto per anni.

Una condizione assolutamente da non sottovalutare, cercando di agire tempestivamente sulla qualità della dieta e sulla nostra routine onde evitare uno stato cronico. I sintomi variano, ma in generale si ha gonfiore, ritenzione idrica, spasmi più o meno forti, urgenza ad andare in bagno, coliche o al contrario stipsi, meteorismo, in alcuni casi crampi forti, che rendono difficile anche respirare.

Ma come disinfiammare il colon?

Come disinfiammare il colon?
Dieta e farmaci non sono gli stessi per tutti.

Ovviamente esistono trattamenti farmacologici, ma non hanno la stessa efficacia su tutti.

Spesso inoltre leggiamo che chi soffre di colon irritabile dovrebbe eliminare il glutine e le caseine (cioè una classe di proteine che si trova nei derivati del latte): tuttavia non ci sono evidenze scientifiche su questo punto.

Il caso del glutine.

Andando a fare una ricerca accurata si scopre infatti che l’eliminazione del glutine può funzionare solo in caso di colon infiammato con coliche intestinali frequenti, ma questa infiammazione potrebbe essere la spia di una sindrome celiaca o di una sensibilità al glutine non celiaca. E quindi funzionare SICURAMENTE nelle persone che si scoprono celiache o sensibili al glutine, mentre è più probabile che l’infiammazione del colon sia dovuta ai fruttani contenuti in alcuni cereali o a tutti i fodmap.

Al contrario, un colon irritabile associato a stipsi può persino peggiorare con una dieta senza glutine.

Il motivo di questo peggioramento è ignoto, sebbene i gastroenterologi facciano varie ipotesi, per esempio che il glutine migliori il transito intestinale per la motilità, ragion per cui nei soggetti stitici con colon irritabile può essere il germe del grano a dare fastidio ma non il glutine in sé, che al contrario allevierebbe la stipsi. 

  • Diventa quindi molto difficile avere un unico trattamento dietetico e terapeutico per chi soffre di colon irritabile o infiammato, che dovrebbe essere differenziato a seconda dei sintomi.
  • Se associato a coliche, potrebbe essere utile una dieta a basso contenuto di fodmap come questa, che esclude anche il glutine.

Invece se associato a stipsi, una dieta a basso contenuto di fruttani, contenuti nel germe del grano integrale, nella cipolla, nell’aglio eccetera. E una dieta blanda come la dieta Brat o la dieta blanda per intestino irritabile in fase acuta.

E delle caseine.

Il problema delle caseine è ancora più fumoso del glutine. Infatti la dieta Fodmap raccomandata dagli scienziati comprende le caseine ma esclude solo i latticini. Ovvero sarebbe il lattosio il problema ma non le caseine, quindi i formaggi stagionati sono adatti a chi soffre di colon irritabile.
In aggiunta, alcuni studi hanno evidenziato un ruolo nell’IBS della β-casomorphin 7, un tipo di caseina che si forma a partire dalla beta-caseina A1, che si trova in grossa quantità nei prodotti lattiero caseari vaccini.

Dunque formaggi stagionati di pecora o capra sono più sicuri in ogni caso, mentre per i latticini o il latte di capra o pecora occorrerebbe prima valutare una intolleranza al lattosio.
Gli esperti raccomandano quindi di non eliminare i formaggi dalla dieta in ogni caso, ma di fare scelte diverse.

Esistono però degli alimenti che possono essere utili sia in un caso che in un altro, andando a ridurre lo stato infiammatorio del colon?
(SEGUE A PAGINA DUE)

Chiudi il menu