Come convincere qualcuno a dimagrire?

segue: COME CONVINCERE QUALCUNO A DIMAGRIRE

Terzo caso: convincere un amico o amica a dimagrire.

All’atto pratico, questo è il caso più difficile. Un amico non è un membro della famiglia, dunque diventa difficile controllare il suo ambiente in modo indiretto, come negli altri casi. Al tempo stesso, essere inopportuni può minare la nostra amicizia con questa persona. Per esempio, dire a qualcuno: sono preoccupata per te, vorrei che andassi da un dietologo, non è proprio una condotta azzeccata. Alcuni possono apprezzare questa linea diretta, altri mandarvi a quel paese. Inoltre come ho spiegato più la persona prende consapevolezza e si prende la responsabilità di cambiare, meglio è. Questa consapevolezza non può essere in alcun modo un’opera di convinzione. Solo se la persona chiede di sua iniziativa un consiglio, allora possiamo parlare più chiaro, magari indicandole uno specialista.

Vediamo 3 cose che all’atto pratico possono aiutare. 

Innanzitutto, è bene limitare quelle uscite che prevedano pasti liberi ma pesanti.

Potete proporre voi dei posti alternativi, un cinema, un ristorante o altro posto che abbia piatti più leggeri, o invitare a cena o a pranzo a casa vostra l’amico. Stessa cosa per le bevute.

Per seconda cosa, si può provare a coinvolgere il nostro amico in qualche attività che preveda del moto. 

Proporre un corso da seguire insieme, con la scusa che deve aiutarvi a essere motivati, che in due è più divertente eccetera.
Organizzare delle uscite fuori porta, una camminata insieme eccetera.

Terza cosa, parlare con lui o lei cercando di capire quali sono i suoi punti di debolezza, e in caso provare ad aiutare.

Questa persona può avere problemi di salute, problemi personali o di autostima che vanno a pesare anche sul suo rapporto con il cibo. Partire inizialmente da questi problemi offrendo aiuto o ascolto è un modo indiretto per aiutarla a risolvere anche i suoi problemi con il cibo.

Vorrei indicarvi un articolo in cui appunto una donna, un’amica virtuale di un uomo gravemente obeso è stata la spinta per lui a cambiare. Ma in ogni caso, vi ricordo.
Una preoccupazione per il peso di una persona a noi cara è giusta solo se temiamo per la sua salute. Ma è importante essere delicati, sia nella scelta delle parole che nelle azioni. Ricordatevi, ve lo dico per l’ennesima volta.
La chiave è l’auto-consapevolezza. Se la persona è adulta, deve scegliere lei come dimagrire e come farlo. Se volete aiutarla, potete anche parlare voi con uno specialista (uno psicoterapeuta, un dietologo) e sentire cosa vi consiglia.

 

Chiudi il menu