Acqua di riso: la soluzione alternativa per dimagrire

L’acqua di riso è diventata di moda per parecchi utilizzi. In sostanza, si tratta di utilizzare l’acqua di cottura del riso per esempio come tonico per la pelle o per fare crescere i capelli più lunghi e forti.

In quest’ultimo caso si mette il riso in ammollo a freddo con delle bucce di arancia per una notte, poi si scola il riso e si mette l’acqua in un contenitore spray, con cui spruzzarsi i capelli da una a due volte al giorno.

Masecondo Bob Flaws, celebre agopunturista ed esperto di medicina tradizionale cinese, di cui avrebbe tradotto in inglese la bellezza di 80 libri, nonché direttore dell’Associazione di Agopuntura di Colorado, l’acqua di riso farebbe anche dimagrire. E a giudicare dalle esperienze su internet, questo espediente ha un grosso successo.

Vediamo come e soprattutto perché.

ACQUA DI RISO: LA SOLUZIONE ALTERNATIVA PER DIMAGRIRE

L’acqua di riso è semplicemente l’acqua di cottura del riso, che si ottiene mettendo a bollire circa 200 grammi di riso in un litro e mezzo di acqua appena salata finché il riso diventa molto morbido.

A quel punto, si scola il riso e lo si mette da parte, magari condendolo con un cucchiaino di olio e usandolo per crocchette o altre preparazioni o congelandolo. L’acqua scolata non si butta. Si conserva in frigo per mezza giornata e poi si beve come pasto sostitutivo nelle dosi di un bicchiere al giorno.

L’acqua di riso così ottenuta, fornisce circa 150 calorie a bicchiere, che vengono tutte dall’amido rilasciato dal riso in cottura. Quest’amido agisce sulla digestione, soprattutto per chi soffre di coliche intestinali e pancia gonfia, regolarizzando l’intestino.

Al tempo stesso, ci fornisce energia a lento rilascio sotto forma di amido.
Una cosa simile si era scoperta con l’acqua di cottura delle patate dolci, secondo uno studio. 

Dunque se vogliamo tagliare le calorie, questo espediente ci permette di ridurre l’introito calorico ma al tempo stesso sentire meno fame.

Si può anche riscaldare di nuovo il liquido ottenuto e unire a delle verdure a scelta per farne una zuppa. Per esempio può essere frullato con zucchine cotte o sedano cotto o finocchio o salsa di pomodoro (non tutti insieme!).

Il pasto così ottenuto funziona come pasto sostitutivo e va consumato preferibilmente a pranzo o a cena, senza mangiare altro. Con una dose di 200 grammi di riso si ottengono cinque porzioni circa di acqua. Una porzione è un bicchiere da tavola colmo.

COME DIMAGRIRE CON L’ACQUA DI RISO

E’ importante che l’acqua di riso sia messa in frigo dopo averla filtrata dal riso.
Questo modifica l’amido in amido retrogradato, un tipo di amido resistente che favorisce i batteri buoni dell’intestino e il dimagrimento.

Il riso migliore è un riso bianco tradizionale, ma per ridurre ulteriormente il carico glicemico dell’acqua è preferibile usare il riso basmati.

Il pasto sostitutivo con l’acqua di riso, che come ho detto possiamo unire a delle verdure cotte a effetto diuretico per creare una crema di verdura, può essere usato a pranzo o a cena, ma sarebbe meglio consumarlo a cena.

Con il trucco del raffreddamento dell’acqua  e l’utilizzo di un riso basmati (ma non riso integrale), si ottiene un liquido a ridotto indice glicemico grazie alla modificazione dell’amido.

Aggiungendo anche le verdure il carico glicemico complessivo del nostro pasto sostitutivo viene ulteriormente ridotto.

L’effetto sgonfiante è praticamente immediato.

Il menu con il pasto sostitutivo a base di acqua di riso può essere il seguente

Informate sempre il medico prima di cambiare il vostro regime alimentare.

Colazione.
Un bicchiere di latte scremato o uno yogurt magro o uno yogurt greco scremato, caffè o tè, un cucchiaino di zucchero o miele. 40 grammi di cereali ricchi di fibra o 30 grammi di muesli o 3 biscotti integrali con fibre o due fette biscottate con due cucchiaini di marmellata.

Spuntino: un frutto a scelta di stagione non troppo zuccherino da 200 grammi.

Pranzo. Una porzione di carne o pesce quanto il proprio palmo o un mestolo di legumi o un etto di ricotta scremata o altro latticino scremato o due uova. Mezza porzione di pasta o riso integrale (50 grammi) con sugo semplice o di verdura oppure una patata lessa o un piccolo panino integrale da 50 grammi. Un contorno di verdure a scelta con un cucchiaino di olio.
Un quadretto di cioccolato fondente, di frutta o 2-3 mandorle.

Merenda: 125 grammi di yogurt magro o di soia + 80 grammi di frutta di stagione a scelta poco zuccherina o un biscotto integrale ricco di fibra.

Cena: crema di riso ottenuta frullando l’acqua di riso fredda con una porzione di zucchine cotte, finocchio cotto o sedano cotto. Si può aggiungere del prezzemolo o del basilico ma niente olio o altri condimenti né altro sale. Una tisana ai semi di finocchio senza zucchero può essere sorbita per concludere il pasto.

La dieta così composta permette di tagliare circa 500 calorie giornaliere.

Chiudi il menu