10 sostituti dei carboidrati per dimagrire

Abbiamo già parlato in questo articolo delle alternative alla pasta, non solo con gli shirataki, per chi vuole perdere peso scegliendo prodotti a ridotto contenuto calorico. In questo articolo vedremo invece 10 sostituti dei carboidrati per dimagrire, riuscendo a tagliare le calorie e al tempo stesso fare una dieta più sana.

Doverosa premessa sui sostituti dei carboidrati (che puoi saltare passando direttamente alla lista).

  • I carboidrati di per sé non fanno ingrassare.

  • Mangiare troppo o mangiare in modo disordinato invece aumenta il rischio di perdere peso.

    Non c’è niente di male a prendere peso se questo non mette a rischio la nostra salute. Non dobbiamo avere né tutti lo stesso peso né tutti la stessa taglia. L’importante è non farsi del male sia eccedendo a tavola che mangiando troppo poco.

  • Su Dcomedieta non si demonizzano i carboidrati, come qualsiasi altro cibo.

    In un’ottica di alimentazione varia e bilanciata, possiamo permetterci qualsiasi alimento se sappiamo moderarci.

  • Ma allora perché scrivere un articolo sui sostituti dei carboidrati?

    Perché magari vorremmo mangiare più vegetali, ridurre i prodotti a base di farine, variare con delle alternative insolite e ipocaloriche, oppure semplicemente stiamo a dieta e vorremmo renderla meno monotona. Questo punto in particolare per me è fondamentale.

  • Stare a dieta non deve essere sinonimo né di una cucina mortificante, né di piatti sempre uguali.

    Tantissime persone, se tra gli ingredienti non figurano olio, burro, panna, pasta, biscotti, salumi e sfoglie perdono la fantasia in cucina.
    Il risultato è che quando sono a dieta mangiano solo petto di pollo e insalata.
    Eppure si può realizzare una cheesecake senza base di biscotti, una torta senza burro né olio e persino una lasagna senza pasta all’uovo o una pizza senza farina.
    Insomma, lungi dal demonizzare gli ingredienti che ho citato sopra, sapere variare con alternative meno caloriche non significa rinunciare a quei cibi. Cerchiamo insomma di non fare di tutta l’erba un fascio.

  • Provare prodotti più leggeri non significa dire addio a quelli più calorici!

  • Stessa cosa quando mi dite: ah, ma la dieta mediterranea non è questa!!!

Ma forse la dieta mediterranea non è neanche merendine a colazione, ci avete mai pensato? E la migliore dieta mediterranea al mondo non è per gli scienziati quella italiana o meglio, non lo è più. Il gold standard è quello cretese. Sono passati insomma i tempi di Ancel Keys.

Lo stesso scienziato, padre putativo della dieta mediterranea, negli ultimi anni si lamentava che in Italia le cose fossero molto cambiate da quando aveva vissuto in Cilento. Keys non era a favore dei grassi, non era a favore della pizza, avrebbe storto il naso davanti a una parmigiana con melanzane fritte e a un tiramisù. Non era a favore di molte cose che per noi fanno parte della tradizione del nostro Paese.
Questo non vuol dire che i piatti della tradizione non siano sani o vadano esclusi, se vi mangiate un cannolo non vi succede niente, né state per forza tradendo la dieta mediterranea. Ma essere dei “puristi” della dieta mediterranea e mangiare italiano sono cose che non sempre vanno a braccetto.

Ora che ho chiarito tutte queste cose, sulla base delle vostre obiezioni ad articoli simili a questo, vediamo finalmente 10 sostituti dei carboidrati per dimagrire. Alcuni di questi contengono carboidrati, ma in misura molto minore.

10 SOSTITUTI DEI CARBOIDRATI PER DIMAGRIRE

    • Tortillas e piadine con poche calorie

      Le piadine con il loro contenuto di olio e farina sono in genere più caloriche del pane. Sono molto apprezzate, perché permettono pranzi e cene veloci, ma spesso una porzione supera le 300 calorie. Quelle della Natoo invece hanno una sfoglia sottile e meno carboidrati, in un pacco ce ne sono 24 e ogni piadina ha meno di 150 calorie Le wrap di cocco invece sono tortillas realizzate con farina e polpa di cocco, dalle calorie irrisorie. Si possono comprare sul sito Body&Fit o sul sito Biovea. Possiamo anche risparmiare facendole in casa e usare questa ricetta. Ancora meno calorie e maggiore risparmio?
      PIADE LIGHT

      Utilizziamo delle foglie lunghe di lattuga per fare delle tortillas arrotolate.

    • Pasta e pastasciutta a ridotte calorie e ridotti carboidrati.

      Innanzitutto per le opzioni senza carboidrati vi consiglio di leggere questo articolo, dove si parla di prodotti a base di konjac ma non solo per un piatto di pasta davvero ipocalorica. Qui invece vedremo altre opzioni. Per esempio la pasta di Rivalta ha 120 calorie in meno della pasta normale ogni 100 grammi e solo 9 grammi di carboidrati. Nessun ingrediente “strano”: è realizzata a partire dal frumento.
      Le fettuccine di soia della Slendier invece ci permettono di mangiare un piatto da 100 grammi di fettuccine a un terzo delle calorie. Hanno solo due ingredienti, fagioli di soia e acqua. 6x Slendier Fettuccine Biologiche Di Soia

    • Riso al cavolfiore, pane ai broccoli, pizza al cavolfiore.

      Il riso al cavolfiore non è altro che cavolfiore lessato al dente e tritato a grana grossa in un mixer. Può poi essere ripassato in padella con sugo o altre verdure. Possiamo ovviamente farlo a casa. Un’alternativa sfiziosa che possiamo abbinare anche a code di gambero o tofu a tocchetti oppure a un mestolo di ceci lessi. Il pane ai broccoli potete prepararlo a casa usando questa ricetta. La pizza di cavolfiore è un’altra ricetta sfiziosa: il cavolfiore va ben asciugato prima di mischiarlo agli altri ingredienti per ottenere la base pizza. Seguite questa ricetta e per avere un risultato più croccante potete aggiungere all’impasto un cucchiaio di farina integrale o di grano saraceno.

      PANCAKE GLUCO

      4. Pancake alle fibre.

      Sono pancake che per pezzo hanno circa 20 calorie, ottenute da un impasto di grano saraceno, albume, latte scremato e fibra di konjac. Li produce la Clean Foods e si possono acquistare qui.

    • Gelato e granite con pochi carboidrati.

      Ci sono varie alternative, questa che vi propongo è a base di albume, fibre, tapioca, dolcificante e cacao. Il risultato è un gelato cremoso e al cucchiaio da meno di 100 calorie a porzione. Qui.
      In alternativa, il gelato della Clean Foods, sempre a base di glucomannano: solo 4 calorie a porzione, qui.  Ma esistono anche le granite senza zucchero: la lista ingredienti è meno attraente, secondo me, il risultato è una granita che ha solo 17 calorie a porzione. Si trova qui.

    • Pane funzionale e pane senza carboidrati.

      Anche qui in rete troverete tantissime ricette e tantissimi prodotti. Se alcuni sono perfetti per chi segue la dieta chetogenica, per chi vuole invece fare una dieta sana e moderata in calorie, le calorie sono le stesse, a volte anche di più, nel pane a basso contenuto di carboidrati rispetto al pane tradizionale. Vediamo invece alternative che hanno sia poche calorie che meno carboidrati del pane normale.
      SOSTITUZIONI CARBO

      Uno è il pane funzionale Salus della Ruggeri, un pane che ha meno di 200 calorie (quello normale ne ha circa 260) ma è anche ricco di fibre, naturalmente più proteico. Si compra qui. Se invece vogliamo prepararlo da soli, avremo ancora meno calorie rinunciando alla farina (o quasi): per esempio con il cloud bread. Un altro esempio top è il Pane di Rivalta: 60 calorie in meno del pane normale, piccoli formati da 50 calorie al pezzo, solo 6 grammi di carboidrati ogni 100 grammi, unico ingrediente il frumento. Infine il Slim Bread di Clean Foods: a base di glucomannano, grano saraceno e albume, con circa 80 calorie ogni 100 grammi e pochi carboidrati, qui. 
      Altra idea è il bun ai funghi, se trovate dei prataioli dalla cappella ampia, ne potete utilizzare due per farvi un panino, basterà grigliarle appena. Se questa opzione vi fa storcere il naso, sappiate che nei pub e locali statunitensi, il burger ai funghi è usato da un pezzo.

    • Pizza light ed extralight.

      La migliore a livello calorico rimane la Pizza Rima, che aggiunge fibre e proteine e ha solo 154 calorie per 100 grammi (una base ne ha circa 300).
      Con una bella cucchiaiata di sugo, 50 grammi di mozzarella e un cucchiaino di olio si arriva a 500 calorie di pizza margherita. Opzione light da fare a casa, oltre alla pizza al cavolfiore già menzionata è la pizza agli albumi.

    • Base frolla senza carboidrati e light. Base biscotti.

      Possiamo realizzare una pasta frolla light, ideale anche per fare dei biscotti, semplicemente usando la farina di cocco degrassata, che ha elevato potere assorbente e quasi zero carboidrati. Qui la ricetta (potete sostituire il burro o l’olio con uguale 100 grammi di yogurt greco intero).

    •  Creme dolci ipocaloriche e senza molti carboidrati.

      Sebbene le creme spalmabili dolci hanno più grassi che carboidrati, quindi risultano molto caloriche anche nelle versioni a zero carboidrati, la crema Mou light della Paranà ha solo 196 calorie ogni 100 grammi, meno della metà, e 9 grammi di zuccheri su 64 di carboidrati. Lista di ingredienti pulita, questa crema Mou è perfetta per farcire una torta, un rotolo di pasta biscuit o spalmata sul pane. Parana’ Crema Mou Light Parana’ – Confezione da 3 Pezzi.
      In alternativa, i budini proteici Pr-ou, a base di albume, che trovate in questo store.
      I miei preferiti infine sono i budini cremosi della Ehrmann, con 76 calorie ogni 100 grammi e solo 5 grammi di carboidrati. Ehrmann High Protein Chocolate Pudding 16 pz. x 200g
      Infine possiamo realizzare una crema dolce, tipo pasticcera, grazie agli albumi. Basterà usare 250 ml di latte scremato, vegetale senza zucchero o acqua, dolcificante a scelta e cacao amaro, mischiando il composto con 250 ml di albumi pastorizzati. Fare cuocere mescolando in continuazione fino a che la crema non si addensa, ma non arrivare al punto di bollitura.

Chiudi il menu